Redazione

Lazio-Nizza lascia in eredità la qualificazione diretta, il primo posto e una certezza: questa squadra sa solo vincere. E Inzaghi ha ritrovato il suo titolare sulla fascia sinistra. Chiamatelo LukakHulk. L’incredibile Jordan Lukaku. Una partita da incredibile Hulk. Rientrato dopo l’infortunio, gioca come se avesse smaltito un semplice raffreddore. Corre, contrasta, imposta, rifinisce anche. Il tutto con una forza fisica impressionante.

Un ruolo cucito su misura

Non importa se si giochi a tre e quattro: l’importante è avere la “patente”. La possibilità di attaccare. Qualche errore di superficialità, ma nel complesso una prestazione da incorniciare. Enormi doti tecniche e fisiche. É il doppio e corre il triplo degli avversari. E non deve essere divertente trovarsi davanti oltre 80 chili di muscoli lanciati a tutta velocità su una fascia che ormai gli appartiene. Impossibile anche solo immaginarlo come riserva: al massimo, non riuscirà a reggere tutti i 90′ sino a che non ritroverà il fiato, ma non ci sono dubbi sulla titolarità del ruolo. Sarebbe un suicidio tattico rinunciare alla sua fisicità: sembra Hulk. Si riscalda, diventa verde e parte a spaccare in due le difese avversarie e a rincorrere avversari in fase di non possesso. In una parola: indispensabile.

Un supereroe per la Lazio

Un esterno cosi, non si trova tutti i giorni. Inzaghi ha lavorato benissimo, limandone i difetti ed esaltando i pregi di un calciatore che partiva comunque da un’ottima base. Lukaku va solo disciplinato tatticamente: il resto ce lo mette lui. Esterno di sinistra a tutta fascia, sta maturando nella fase difensiva, suo vero tallone d’Achille. I piedi e la tecnica non gli fanno difetto: guadagna spesso il fondo e i suoi cross sono sempre utilissimi per gli attaccanti. Sino a pochi mesi fa sembrava un giocatore da aspettare, senza neanche crederci troppo. La cura Inzaghi, invece, ha fatto effetto e il talento del calciatore è esploso fragorosamente. Un altro capolavoro di Tare, che, vinta l’ennesima scommessa, è pronto a rinnovarla. Contatti per il prolungamento sino al 2020. Di LukakHulk nessuno vuol fare a meno.