Luigi Pellicone

Niente profumo di Mahrez? La Roma è pronta a cambiare aria. Del resto, si può giocare al calcio anche senza l’algerino no? Monchi è pronto a sborsare 35 milioni (record assoluto per lui). Ultima offerta, poi si valuteranno altre strade.

Un tiramolla che ha stancato

Le qualità di Mahrez sono arcinote. Le necessità della Roma anche. Le esigenze convergono, ma non coincidono fino a che non si ridurrà la distanza fra domanda e offerta. Monchi ha la volontà del giocatore, ormai separato in casa da un Leicester che sta tirando sin troppo la corda. Il rischio è che si spezzi: la Roma non si incaponirà nell’inseguire sogni. Nè si infilerà in una strada senza uscita, a due settimane dall’inizio di un campionato. Nè lo strapagherà. Ecco perché questa sarà la settimana decisiva.

Mahrez bravo, ma non è un top player

Senza Mahrez, sembra sia ormai impossibile giocare a calcio. Mah. É lecito porsi qualche domanda? Ma se è così forte, perché la Roma non ha alcun competitor per l’acquisto? Perchè nessuno, fra le big di premier League, lo insegue o lo ha mai cercato? Probabilmente perché a Manchester e Londra hanno una liquidità che gli permette a puntare ad altro? Certo. E allora, fermi tutti. A conti fatti Mahrez, oltremanica, non è considerato un top player. Ecco, appunto. Alla luce di questo sillogismo, perché pagare un buon giocatore alla stregua di un campione? Monchi usa il pugno duro e fa benissimo: 35 milioni. Non un centesimo di più. Altrimenti si vira altrove.

La Roma ha pronte le alternative a Mahrez?

Se il Leicester dirà di no anche all’ultima offerta, sarà indispensabile guadarsi altrove. Anche perché il tempo stringe e Di Francesco ha bisogno di un esterno. A metà agosto, Monchi può inseguire due categorie: esuberi e scontenti. In primis: Cuadrado. Allegri vuole tenerlo, ma il ragazzo non è contento di tutta questa concorrenza. La Juve, sinora, ha comprato solo esterni. Logico, sentirsi in discussione: le maglie da titolari sono assegnate a Bernardeschi e Douglas Costa. Spazio, ce n’è, ma ristretto.

Alla Roma c’è una maglia che aspetta solo lui

A Roma c’è spazio. E a prezzo contenuto, rispetto alle richieste del Leicester. La sensazione è che 30 milioni potrebbero bastare. Controindicazione: Cuadrado è destro e ha caratteristiche diverse rispetto a Mahrez e alle richieste di Eusebio Di Francesco: il colombiano ama puntare l’avversario, cercare il fondo per rimettere il pallone in mezzo o la soluzione personale allargandosi a destra. Le sue movenze, sono diametralmente opposte alle richieste del tecnico. Premesso ciò, anche il mister può fare un piccolo sforzo e adeguarsi alle caratteristiche di un calciatore che conosce benissimo il campionato italiano, garantisce un certo numero di gol, non avrà problemi di ambientamento e, sopratutto, sarà animato da un sano spirito di rivalsa.