Redazione

Milano è pronta, anzi prontissima per la finale di Champions League tra Atletico e Real. Da giovedì le strade e le piazze del capoluogo lombardo sono in festa per il grande evento che ha portato e sta portando in città migliaia di scatenati tifosi spagnoli e non solo.

La parola d’ordine della movida italo-iberica è ballare, bailar, muoversi, muevere. Scatenarsi in attesa del fischio d’inizio in programma alle 20.45 a San Siro. Tanti dj famosi chiamati a movimentare le notti milanesi in questi giorni: tra questi, spicca il nome di Gaizka Mendieta. Sì, proprio lui, il fenomeno del Valencia di Cuper che nel 2001 Sergio Cragnotti portò alla Lazio per 90 miliardi di vecchie lire (più contratto da 8 miliardi a stagione), che si rivelò poi un vero e proprio flop e passò alla storia come il bidone più costoso del calcio italiano. Il caschetto biondo di Bilbao, dopo la brutta esperienza romana, se ne tornò in Spagna al Barcellona (che non era quello di adesso) per poi chiudere la carriera al Middlesbrough.

E poi? E poi rimase a Yarm, cittadina alle porte di Middlesbrough, dove cominciò a fare il dj part time nei night club.

Una vera e propria passione per la musica quella di Mendieta (che suona anche la chitarra elettrica), cui a partire dalle ore 16 potrà assistere tutta Piazza Duomo visto che il buon Gaizka si esibirà sul palco allestito per il villaggio Champions con l’obiettivo di scaricare i nervi dei tifosi di Atletico e Real (dopo aver, in passato, caricato a pallettoni quelli dei tifosi della Lazio) prima del fischio d’inizio. Ieri sera si è esibito il famosissimo dj Benny Benassi, che ha mandato letteralmente in delirio il popolo della movida milanese. Riuscirà Mendieta ad essere all’altezza?

Il programma in piazza prevede poi musica live con Matteo de Bernardi, Pietro Loreta, Laica e Shelly Bonet. All’interno di San Siro, a ridosso del fischio d’inizio, Alicia Keys si esibirà con un medley di suoi quattro successi. Poi farà il suo ingresso la Champions portata da Franco Baresi e Javier Zanetti e toccherà ad Andrea Bocelli intonare l’inno della Champions.