Francesco Cavallini

Siete i DS di una squadra di calcio? Avete (più di) qualche milione di euro da investire? O cercate semplicemente qualche idea su chi acquistare a Football Manager? Bene, la nostra rubrica che scova i giovani più interessanti del calcio mondiale è esattamente ciò che fa per voi. Certo, nessuno può garantire che questi baldi ragazzi tra i 16 ed i 21 anni diverranno dei fenomeni, ma del resto parliamo pur sempre di un investimento, che come tale presume un rischio. Ma, se manterranno le promesse, i tre calciatori che vi promuoviamo saranno le stelle del domani. E quindi, se si ha la possibilità di farlo, meglio acquistarli oggi!

Come direbbe Mourinho, ormai i terzini sono pagati come gli attaccanti. Beh, vista la difficoltà nel trovare nuovi talenti in un ruolo che nel calcio moderno è fondamentale, difficile dare torto a chi spende cifre iperboliche per sistemare le fasce per qualche anno. Ma non tutti hanno i mezzi del City e quindi bisogna essere lungimiranti nello scovare i giovani talenti in quella posizione prima che lo facciano gli altri. Oppure fare come il Real, che si è cresciuto in casa il diciannovenne Hakimi e non dovrebbe avere problemi da quel lato di campo per un po’. Per tutti gli altri, ecco i nomi di giovani terzini da tenere d’occhio e cercare di accaparrarsi.

Nico Elvedi – Svizzera – Borussia Mönchengladbach

Serve un terzino vecchio stile, più attento alla fase difensiva che impegnato a lanciarsi in ardite cariche verso la difesa avversaria? Se così fosse, avete trovato il calciatore che fa per voi. La giovane…guardia svizzera nasce infatti come centrale di difesa, prima di scoprirsi ottimo terzino alla tedesca (stile Howedes, o Rudiger) nella sua prima stagione in Bundesliga. Per lui a ventuno anni già 155 presenze tra Svizzera e Germania, oltre all’esordio con la nazionale guidata da Petkovic, che con tutta probabilità lo porterà ai Mondiali, dove potrebbe essere la sorpresa tra i giovani terzini della competizione.

Pregi: fisico statuario, 1,88m per 77kg, capacità nei contrasti (ovviamente) da difensore centrale, duttilità tattica

Difetti: non velocissimo per il ruolo e, non essendo nato terzino, e ancora poco preciso nel cross

Prezzo di mercato: circa 18 milioni di euro, destinato ad aumentare in caso di presenze e di buone prestazioni in Russia

Servirebbe a: Juventus, in caso di mancato recupero di Howedes, Bayern Monaco per completare la corsia destra assieme a Kimmich

Benjamin Henrichs – Germania / Ghana – Bayer Leverkusen

Risposta tedesca ad Alessandro Florenzi, il giovane Henrichs può giocare praticamente ovunque. Dopo gli esordi a centrocampo, si è specializzato nel presiedere le fasce, senza troppa preferenza per lato ed altezza di campo. Ma considerando che Heiko Herrlich, tecnico delle aspirine, lo schiera prevalentemente come terzino destro, come tale lo analizzeremo. Per il giovane tedesco (di passaporto ghanese) sono già arrivate tre presenze con la nazionale di Low, condite da due assist. Non male per un classe ’97, soprattutto considerando che parliamo della squadra campione del mondo e di un movimento calcistico che produce giovani terzini di livello a ritmo impressionante.

Pregi: chiaramente la multifunzionalità, che gli permette di disimpegnarsi in quasi tutte le posizioni di campo, un piede molto ben educato un senso dell’anticipo fuori dal comune

Difetti: a volte tende a smarrirsi in fase difensiva, retaggio del suo passato da centrocampista

Prezzo di mercato: 15 milioni di euro

Servirebbe a: Roma, alla ricerca di un terzino destro per poter spostare Florenzi in mediana, e Lazio, dato che sarebbe perfetto per il 3-5-1-1 di Simone Inzaghi

Fabricio Bustos – Argentina – Independiente

Già il soprannome, El Tractor, e la posizione dovrebbero far sorgere dolci ricordi calcistici, soprattutto ai tifosi dell’Inter. Il giovane Bustos, classe 1996, è un terzino “tascabile”, un metro e settanta circa di aggressività e garra. Contrasti duri, in classico stile argentino, abnegazione completa e tante sovrapposizioni offensive. Velocissimo ed in grado di recuperare quando viene colto fuori posizione, è stato spesso paragonato a Bellerin, terzino dell’Arsenal, per le sue accelerazioni devastanti, che lo rendono uno dei giovani terzini argentini più richiesti.

Pregi: velocità, spiccata propensione offensiva (quasi da ala) condita da ottimi cross e ottima capacità di lettura delle fasi di gioco

Difetti: un fisico non esattamente statuario implica una mancanza di forza, che spesso gli impedisce di vincere i corpo a corpo e po, da buon argentino, Bustos ha una certa propensione a…vedere rosso

Prezzo di mercato: 7,5 milioni di euro

Servirebbe a: Paris Saint-Germain una volta salutato Dani Alves, Bustos sarebbe il perfetto contraltare a Meunier, terzino più fisico