Redazione

Siete i DS di una squadra di calcio? Avete (più di) qualche milione di euro da investire? O cercate semplicemente qualche idea su chi acquistare a Football Manager? Bene, la nostra rubrica che scova i giovani più interessanti del calcio mondiale è esattamente ciò che fa per voi. Certo, nessuno può garantire che questi baldi ragazzi tra i 16 ed i 21 anni diverranno dei fenomeni, ma del resto parliamo pur sempre di un investimento, che come tale presume un rischio. Ma, se manterranno le promesse, i tre calciatori che vi promuoviamo saranno le stelle del domani. E quindi, se si ha la possibilità di farlo, meglio acquistarli oggi!

Le mosche bianche del calcio internazionale, i terzini sinistri sono merce così rara che qualsiasi giovane prospetto nel ruolo viene immediatamente ricoperto di attenzioni da praticamente tutte le big d’Europa. E non è quindi sorprendente scoprire che i migliori giovani terzini sinistri della new generation sono già, chi più chi meno, stati…catturati da grandissime squadre sin da subito. Come Theo Hernandez, mancino dell’Atletico Madrid, passato al Real per trenta milioni di euro. Oppure Jorge, che è già il terzino titolare del Monaco. Ma c’è comunque più di qualche calciatore che in prospettiva può diventare un top del ruolo che può essere acquistato a prezzi non impossibili…

Aarón Martín Caricol – Spagna – Espanyol

Uno dei migliori giovani terzini sinistri gioca a Barcellona ma, sorpresa sorpresa, non indossa la maglia blaugrana, bensì quella bianca e blu dell’Espanyol. E in questa stagione l’ha già indossata spesso, non mancando neanche un minuto nelle diciotto partite di Liga finora disputate. Per Martín è già la seconda annata nella prima squadra dei Periquitos ed ha anche già esordito in nazionale, anche se gli annali non lo riportono. Ha infatti vestito i colori…della Catalogna a fine 2016. Il che rende ancora più strano il fatto che non sia finito al Barça…

Pregi: facilità di corsa, fisico ben strutturato ed una buona capacità di andare al cross: non è un caso che sia considerato l’erede di Jordi Alba

Difetti: nonostante un’altezza assolutamente nella media (1,80m) non è esattamente un talento naturale nel colpire di testa, avendo difficoltà a cogliere il tempismo della giocata

Prezzo di mercato: 22 milioni, considerando che il cartellino del migliore dei giovani terzini, Theo Hernandez, è schizzato fino a 30

Servirebbe a: Manchester United, almeno a giudicare dalla volontà di Mourinho di portarlo a Old Trafford, ma anche al Napoli per crescere dietro Ghoulam e poi sostituirlo

Jannes Horn – Germania – Colonia

Difficile pensare che nel Colonia qualcuno possa togliere il posto sulla fascia sinistra a Jonas Hector, il laterale titolare della Germania di Joachim Löw. Ma, complice qualche infortunio di troppo del numero 14, i caproni sono spesso e volentieri costretti ad affidarsi a Horn (il cui cognome significa corno, restando totalmente in tema con il club e con il portiere Timo, con cui non ha legami di parentela). Il Colonia lo ha appena acquistato dal Wolfsburg per sette milioni di euro, ma probabilmente sta già ragionando su quanti milioni di plusvalenza rischia di fare con la cessione del giovane talento classe 1997…

Pregi: la duttilità, che gli permette di ricoprire anche la posizione di mediano, una notevole forza fisica, utile in entrambi i ruoli in cui Horn eccelle, ed un piede raffinato che può sfruttare da regista arretrato

Difetti: paradossalmente, è bravo in tutto ma non eccelle in nessuna caratteristica; ammesso che possa essere considerato un difetto

Prezzo di mercato: considerando che il Colonia lo ha pagato sette milioni, l’impressione è che ce ne vorranno almeno il doppio per il prossimo trasferimento

Servirebbe a: Roma, in caso di cessione di Emerson Palmieri, per alternarlo a Kolarov, ma anche al Liverpool, che lo ha già cercato ai tempi del Wolfsburg

Giuseppe Pezzella – Italia – Udinese

Rincuorante pensare che, nonostante una crisi endemica nel ruolo, l’Italia del calcio potrebbe contare su un terzino sinistro di livello nei prossimi anni. Pezzella, acquistato dal Palermo per 4,5 milioni di euro, ha esordito in Serie A con i rosanero e ora si sta facendo notare nell’Udinese, sia da terzino in una linea a quattro che da esterno di un centrocampo a cinque. Le buone prestazioni gli sono valse la convocazione nell’Under-21 di Di Biagio, ma anche l’interesse di più di qualche club, tra cui il Napoli, che di giovani terzini ha bisogno.

Pregi: un fisico possente, un’ottima velocità di base e parecchia capacità di spinta in fase offensiva

Difetti: qualche distrazione di troppo e la tendenza a errori di gioventù, come il fallo che gli è costato il rosso dopo cinque minuti dall’ingresso in campo contro il Genoa alla terza di campionato

Prezzo di mercato: 10 milioni di euro

Servirebbe a: Milan, per crescere alle spalle di Ricardo Rodriguez, e Lazio, come perfetto vice-Lukaku una volta che Lulic non darà più garanzie