Adriano Stabile

Se c’è di mezzo il Diavolo è facile parlare di maledizione. D’altronde è arduo pensare ad altro quando il Cagliari affronta il Milan: i sardi, impegnati contro i rossoneri a San Siro domenica alle 18, non vincono questa sfida da oltre 18 anni, ovvero 25 partite. Era il 18 ottobre 1998 quando si imposero 1-0 al Sant’Elia in un match rocambolesco deciso dal centrocampista De Patre. Da allora, per il Cagliari, soltanto brutte figure o quasi: 6 pareggi e 19 sconfitte tra match in casa e in trasferta contro il Diavolo rossonero.

Milan-Cagliari, il “2” è uscito soltanto tre volte

Una serie stregata che sembra difficile interrompere proprio adesso. Anche perché il Cagliari, a San Siro, ha vinto soltanto tre volte in campionato: nel 1968 (0-1 con gol dell’inglese Hitchens, ex interista), nel 1976 (2-3 con doppietta del futuro milanista Virdis) e nel 1997 (0-1 grazie a Muzzi).

Nei 19 anni di striscia negativa il Cagliari è uscito indenne dal Meazza soltanto il 17 ottobre 1999 quando, con UIivieri in panchina, chiuse sul 2-2 contro il Milan campione d’Italia di Zaccheroni dopo essere stato in vantaggio due volte, grazie alle reti di Morfeo (0-1) e Berretta (1-2). I rossoneri acciuffarono il pari grazie a Shevchenko (su rigore) e a Bierhoff. Gli altri cinque pareggi sono arrivati tutti in Sardegna, l’ultimo il 29 ottobre 2014 (1-1 con marcature di Ibarbo e Bonaventura). Pochi mesi prima, il 26 gennaio 2014, il successo per i rossoblù era sfumato in maniera bruciante: in vantaggio con Sau al 28’, il Cagliari si fece rimontare negli ultimi tre minuti dal Milan, trascinato dalle reti di Balotelli all’87’ e di Pazzini all’89’.

Milan Cagliari

Tiziano De Patre, autore del gol vittoria del Cagliari nel 1998

NEL 1998 IL CAGLIARI VINCE CON VENTURA IN PANCHINA
Allora, per ritrovare fiducia, ai sardi non resta che tornare indietro con la memoria a quel pomeriggio del 18 ottobre 1998, ultima volta in cui sono riusciti a esorcizzare il Diavolo. Il gol della vittoria matura dopo meno di 20 minuti: lancio in area del carneade sudafricano Nyathi (appena 6 presenze in Serie A), respinta di un difensore rossonero e tocco vincente di De Patre da pochi passi. Poco più tardi il Cagliari, guidato in panchina da Giampiero Ventura, ha la possibilità di raddoppiare grazie a un rigore concesso da Treossi per fallo del portiere rossonero Lehmann, in uscita, su Muzzi lanciato in area. Lo stesso attaccante dei sardi però si fa ipnotizzare da Sebastiano Rossi (che blocca il pallone), nel frattempo subentrato all’estremo difensore tedesco, infortunatosi nell’azione fallosa. Da allora, peraltro, Lehmann non ha mai più calcato un campo di Serie A.

RIGORE FALLITO DA BIERHOFF: SCARPI È PRODIGIOSO
Scampato il pericolo, il Milan sfiora il pareggio due volte con Bierhoff che prima colpisce la traversa e poi rimedia un rigore per un ingenuo fallo di Niang su di lui. Stavolta però è Scarpi a ipnotizzare l’avversario: il bomber tedesco calcia forte, ma il portiere sardo riesce a respingere il pallone alla propria destra. Nel finale di gara ancora Scarpi mette il sigillo al successo del Cagliari con una parata super su conclusione dalla distanza di Maldini, indirizzata non lontano dall’incrocio dei pali. Alla fine è festa grande per i padroni di casa: Rastelli, oggi, chieda consiglio a qualcuno presente in campo quel giorno di oltre 18 anni fa. Per esorcizzare il Diavolo serve un altro miracolo.

CAGLIARI-MILAN 1-0 (18 ottobre 1998)
Rete: 19’ De Patre.
Cagliari (3-5-2): Scarpi 8, Zanoncelli 7, Grassadonia 6,5, Zebina 6,5, Vasari 6 (20′ st Mazzeo 6), Berretta 7, Cavezzi 6,5, De Patre 6,5 (33′ st Centurioni sv), Nyathi 6,5, Kallon 6 (20′ st Carruezzo 6,5), Muzzi 6,5. In panchina: Franzone, Lopez, Abeijon, Esposito. Allenatore: Ventura.
Milan (3-4-3): Lehmann 5,5 (27′ pt Rossi 7), N’Gotty 5,5, Ayala 5, Maldini 5, Helveg 5, Albertini 5,5, Ambrosini 5 (10′ st Cruz  6), Ziege 6, Ganz 5 (10′ st Ba 5,5), Bierhoff 5,5, Weah 5,5. In panchina: Sala, Coco, Donadoni, Guglielminpietro. Allenatore: Zaccheroni.
Arbitro: Treossi di Forli’ 6.
Note: 25.000 spettatori. Angoli:14-3 per il Milan. Recupero: 3′ e 5′. Capitani: Muzzi e Maldini. Ammoniti: Muzzi per proteste, Nyathi, Maldini e Centurioni per gioco falloso. Il Cagliari ha sbagliato un rigore al 27′ pt con Muzzi (parata di Rossi entrato al posto di Lehmann infortunato) e il Milan al 39′ pt con Bierhoff (respinta di Scarpi).