Redazione

Domanda facile facile: se Andrè Silva costa 38 milioni di euro (+ bonus, facciamo 40) qual è la valutazione di Cutrone? Classe 1999. Esordio nel Milan, 2 gol al Bayern. Esordio in Europa League, gol. Esordio in Serie A, rigore procurato gol e assist per il 3-0. Dunque? Quanto vale il ragazzino? Quanto basta per mangiarsi le mani. Il Milan aveva un talento in casa e ha acquistato, per una cifra da top player, Andrè Silva che è subito finito in panchina.

Andrè Silva bravo ma…morbido

Oh, intendiamoci, il portoghese non è l’ultimo arrivato. É il “figlio” calcistico di Cristiano Ronaldo. Un nove a tutti gli effetti nonostante il Portogallo, storicamente, non abbia mai brillato per la produzione di grandi cannonieri. I più cattivi, che hanno già etichettato l’attaccante come “sopravvalutato” sostengono che la quotazione sia legata ai buoni uffici di Jorge Mendez il suo potentissimo procuratore. Calma. Andrè si sta ambientando a un calcio diverso, molto più tattico. Certo ha una dote che non si può acquistare la “garra”. Il ragazzo pecca di cattiveria. Gli manca il “killer instinct”, nonostante riesca sempre a farsi trovare smarcato. Evidentemente ha senso della posizione e buone qualità tecniche ma per adesso...Cutrone è un’altra cosa.

Quando il gioco si fa duro…entra Cutrone

Dopo Crotone-Milan è tutto molto chiaro: in una partita vera, molto più probante rispetto all’Europa League, Montella ha scelto la personalità di Cutrone. Nelle idee del tecnico, in una partita sulla carta molto più “tosta” rispetto allo Shkendija, contro un avversario “cattivo”, meglio la grinta della classe. E adesso? Problemi di Silva: Montella può aspettarlo ma deve garantire una resa, se non altro, pari quella del suo giovane collega. Intanto l’arrivo di Kalinic complica di parecchio le cose. Montella, per forza di cose, passerà al 3-5-2 (o il 3-4-1-2 per “salvare” Suso) perché non può sacrificare uno fra Musacchio, Romagnoli e Bonucci. Ergo, con l’arrivo di Kalinic, gli spazi si restringono: a occhio e croce le qualità del croato si sposano meglio con quelle di Cutrone. Il neoacquisto a fare a Spallate, il ragazzo, più mobile e dinamico del portoghese, a girargli intorno. E Andrè Silva? Per ora a guardare…