Luigi Pellicone

Milan, prendi Sagna. Il contratto dell’ormai ex calciatore del Manchester City è scaduto lo scorso 30 giugno ed il calciatore è attualmente svincolato. In attesa di una sistemazione, potrebbe essere il sostituto ideale dello sfortunatissimo Andrea Conti.

Un terzino moderno

Svincolato, d’accordo, ma di lusso. Sagna ha un curriculum a 5 stelle e l’esperienza necessaria per non far rimpiangere Conti. Veloce quanto equilibrato in campo. Sa attaccare e difendere con identica efficacia. Rappresenta, per certi versi, la trasformazione del terzino in tuttocampista. Fra i primi interpreti nel ruolo di esterno basso capace di inserirsi anche in mediana per dialogare con i compagni e diventare un uomo aggiunto in fase di costruzione del gioco. Il francese, fra l’altro, ha una grande esperienza e fisicità.

Cosa può dare al Milan

Sagna proviene da anni di Premer. Quindi da un calcio dove si gioca a ritmi molto più elevati rispetto a quello italiano. Una discriminante non indifferente. La preparazione e la fisicità richiesta oltremanica sono molto più elevate, quindi, paradossalmente, l’esterno potrebbe già essere pronto. Fra l’altro, Sagna non ha ancora accantonato l’idea di giocarsi i prossimi Mondiali con una nazionale che ha anche discrete possibilità. Da un punto di vista tattico, è un surrogato quasi perfetto dell’ex atalantino. Corsa, elasticità, senso dell’anticipo e grande impatto fisico sull’avversario. In condizioni di particolari difficoltà può anche disimpegnarsi come centrale. Quanto basta per farci più di un pensierino.

Una concorrenza non irresistibile

Controindicazioni? Neanche troppe. Se Sagna volesse restare in Premier, non troverebbe grossi problemi ad accasarsi: cosi come nel resto d’Europa. Oltremanica, West Ham e Brighton hanno già modulato un’offerta, ma il ragazzo aspira a qualcosa di meglio. Anche per questo ha rifiutato anche l’offerta del Besiktas che, a prescindere dalla vetrina europea, non gli garantirebbe un campionato competitivo. Torino e Napoli hanno provato a sondare il terreno senza successo. La sensazione è che Sagna aspetti la grande chance: proprio quella che può offrigli il Milan. Si farà? E perché no?