Matteo Muoio

Finalmente. O meglio, forse ci siamo. La definitiva esplosione di Luis Muriel è uno degli eventi più attesi nel nostro campionato da tanto, troppo tempo; un talento immenso frenato da sfortuna, scarsa convinzione e una forma fisica non sempre al top. Quest’anno qualcosa è cambiato; ha trovato in Giampaolo il giusto mentore e con lui la continuità che gli è mancata nelle ultime stagioni. Sabato ha deciso il derby della Lanterna con un gioiello dei suoi, il decimo in campionato. Ora, per il salto da grande talento a campione ha bisogno di accasarsi – e dimostrare – in una grande, alla soglia dei 26 anni è il momento giusto, forse l’ultimo buono. Le possibilità non mancano: proprio ieri l’attaccante colombiano ha rivelato all’emittente colombiana Radio Magica di avere offerte da tutte le big italiane e da club inglesi e spagnoli. Sempre sabato, invece, nel post partita di Genoa-Samp, il tecnico doriano Giampaolo si diceva rassegnato a perderlo a fine stagione. Muriel sarà sicuramente uno dei nomi più caldi del prossimo mercato e ne sentiremo parlare tantissimo; nel frattempo, ecco 5 interessanti curiosità sul suo conto.

Muriel-Samp

162 presenze e 42 gol in Serie A per Muriel

Secondo solo ad Asprilla in Colombia

In patria ha giocato la prima stagione tra i professionisti con la maglia del Deportivo Calì. A 19 anni appena compiuti, chiude il Torneo di Apertura 2010 con 9 gol in 11 presenze; nella storia del campionato colombiano, solo l’ex Parma Faustino Asprilla è riuscito a fare di meglio nella stagione d’esordio, con 10 reti in 22 presenze.

MOLLATO E RIPRESO DALL’UDINESE
Arriva in Europa nell’estate 2010, grazie all’efficientissima rete di scouting della famiglia Pozzo. Lo prende l’Udinese e lo gira in prestito al “satellite” Granada, all’epoca in Segunda Divisiòn. Nella stagione della promozione Muriel colleziona appena 7 presenze, senza nessun gol. La società sembra non puntarci e l’estate seguente viene venduto a titolo definitivo al Lecce per poco meno di 1 milione di euro. Le prime apparizioni di Muriel in maglia giallorossa convincono i friulani a fare un passo indietro e a gennaio ne riacquistano il cartellino per 1,5 milioni, lasciandolo a Lecce in prestito fino a fine stagione.

Muriel con la maglia dell’Udinese, stagione 2012/2013

IL BERSAGLIO PREFERITO
Il giallorosso ha continuato a portargli fortuna. La Roma è infatti la squadra cui ha segnato di più in Serie A: contro Totti e compagni ha timbrato il cartellino 5 volte.

-1 DAL RECORD PERSONALE
In questa stagione Muriel è a solo un gol dal suo record personale in Serie A e in carriera. Nel 2012-2013 segnò infatti 11 reti  in 22 presenze con la maglia dell’Udinese.

CIFRE RECORD ALLA SAMP
Nel gennaio 2015, il suo acquisto per 12 milioni di euro – 1,5 di prestito oneroso e 10,5 di riscatto obbligatorio – è risultato il più oneroso nella storia della Sampdoria. Allo stesso modo, qualora dovesse essere ceduto per l’intero importo della sua clausola rescissoria, che ammonta a 28 milioni, diventerebbe pure la cessione più importante della società doriana.

29 presenze e 7 gol per Muriel col Lecce nel 2011/2012