Redazione

In questi anni, da Benitez a Sarri, il Napoli ha fatto dell’attacco atomico il suo marchio di fabbrica. Ma agli occhi dei tifosi e dei critici, balza un po’ troppo spesso lo scarso apporto della difesa. Da Reina, passando per i centrali e i terzini, tutti hanno commesso degli errori che nel corso delle stagioni sono costati punti preziosi agli azzurri. Uno dei più bersagliati dalla piazza è Raul Albiol, nonostante da anni sia un punto fisso della reparto arretrato del Napoli. Arrivato nel 2013 dal Real Madrid, l’ex nazionale spagnolo ha goduto dell’immunità conferitagli da Rafa Benitez, che lo ha visto nascere e crescere calcisticamente al Valencia. Albiol è stato il primo acquisto richiesto dall’attuale tecnico del Newcastle e da quel momento in poi è diventato una bandiera del club azzurro.

Neanche con l’esonero del suo mentore il difensore spagnolo ha perso punti nella graduatoria dei difensori, anche se Sarri ha cominciato a guardarsi intorno nel tentativo costante di  migliorare e rafforzare il reparto. Dal 2014 Albiol è affiancato da Koulibaly e dal 2015 ha un nuovo concorrente in rosa, Vlad Chiriches, voluto dal tecnico toscano, in particolare per la sua abilità nel costruire l’azione da dietro. Ma questo non è bastato all’ex Tottenham, lo spagnolo l’ha relegato in panchina a suon di prestazioni che, però, non sempre sono state all’altezza di una squadra ambiziosa come il Napoli.

Reina, Albiol e Callejon: i tre calciatori spagnoli del Napoli

Reina, Albiol e Callejon: i tre calciatori spagnoli del Napoli

Spesso distratto e in ritardo sull’avversario, Albiol è stato costretto a subire parecchie volte l’ira dei tifosi del Napoli negli ultimi quattro anni. Gli errori contro Sampdoria e Sassuolo di qualche anno fa sono stati un campanello d’allarme importante che, però, il difensore spagnolo ha superato brillantemente. Non solo grazie alla cura Sarri ma anche grazie al determinante apporto di Koulibaly, che si è scoperto vero leader difensivo della squadra di De Laurentiis e molto spesso si è trovato a togliere le castagne da un fuoco poco sapientemente acceso dall’ex Valencia.

Il mercato del Napoli non prevede l’acquisto di un difensore centrale, anzi, probabilmente qualcuno lascerà Castel Volturno (l’indiziato è Tonelli). E quindi è facile ipotizzare una nuova stagione da titolare per Albiol, che in maglia partenopea conta 171 presenze e 2 reti in tutte le competizioni. Ma questi numeri saranno migliorati durante l’anno soltanto se il classe 1985 non commetterà degli errori banali. Il Napoli da qualche anno punta allo Scudetto e ogni singolo sbaglio può costare una fetta importante di tricolore. Non c’è tempo per guardare e pensare al passato, c’è soltanto il tempo per il futuro. Albiol lo sa e non vuole deludere la sua tifoseria.