Redazione

Ci vorrà un po’ per smaltire questa delusione, che più di altre volte ha segnato nello spirito gli azzurri. Ma archiviato Euro 2016 bisogna guardare avanti. Giampiero Ventura avrà l’arduo compito di ricostruire un gruppo che perderà i senatori, i migliori di questo Europeo, e soprattutto dovrà far dimenticare Antonio Conte, che seppur a secco di risultati, è stato capace di fare breccia nei cuori di tifosi e giocatori.

A Bari la prima partita

L’Italia di Giampiero Ventura comincerà in amichevole il 1° settembre a Bari proprio come Antonio Conte contro la Francia, una delle big di questo ultimo europeo. Sarà l’unico test ufficiale prima delle qualificazioni mondiali, che inizieranno il 5 settembre (prima sosta per la serie A) ad Haifa, dove gli azzurri incontreranno Israele. Il girone in cui l’Italia dovrà giocarsi la qualificazione non è semplice: le avversarie, oltre a Israele, sono infatti la Spagna, l’Albania, la Macedonia e il Liechtenstein. La seconda partita sarà proprio contro le Furie Rosse il 6 ottobre a Torino. La formula della qualificazione a Russia 2018 è piuttosto complessa: solo le prime del girone avranno l’accesso, le seconde (e nemmeno tutte, perché la peggiore va fuori subito) dovranno sfidarsi nei playoff. Il 1° dicembre a Mosca ci sarà il sorteggio della fase finale, che si giocherà dall’8 giugno all’8 luglio 2018.

L’eredità di Platini: la Nations League

Forse qualcuno, dopo le assurde e incredibili vicissitudini della Uefa, aveva rimosso la Nations League, ovvero il campionato voluto da Michel Platini da settembre a novembre (prima fase). In un calendario già gonfio bisognerà trovare sapazio anche per questo. Le nazionali sono divise in 4 serie a seconda del ranking Uefa, con promozioni e retrocessioni. L’Italia è in Serie A, dove sono inserite le prime 12 (divise in 4 gruppi da 3 squadre). Le 4 vincenti dei 4 gruppi si qualificheranno alle final four che si giocheranno a giugno 2019. Superata questa complessa fase ci saranno le qualificazioni per Euro 2020, che partiranno a marzo 2019 e coinvolgeranno 55 nazionali divise in 10 gruppi. Sarà per la prima volta un torneo itinerante, con l’Italia che fa parte dei paesi ospitanti. Merci Michel.