Luca Marchetti

L’affare del secolo, destinato a rimanere al vertice delle classifiche per diverso tempo. E destinato a far discutere ancora per un bel po’. Neymar e la sua clausola, 222 milioni di euro più le commissioni e le percentuali da riconoscere ai club che lo hanno formato. Più lo stipendio al lordo del giocatore. Fanno quasi 600 milioni, vale a dire circa 120 milioni di euro all’anno, che il PSG dovrà pagare per vedere giocare Neymar con quella maglia. Come farà il PSG con il FFP?

Questo tema appassiona tutti, in particolare gli spagnoli e soprattutto il presidente federale Tebas, che infatti oggi si è rifiutato di accettare formalmente il pagamento della clausola. In un’intervista all’Equipe ha detto che “non c’è l’obiettivo di impedire i trasferimenti, ma di impedire che la Liga venga usata come meccanismo di illeciti. Il nostro scopo è che il PSG sia sanzionato”. Ecco perché Tebas vorrebbe quindi presentare un ricorso per denunciare l’incompatibilità con le norme di diritto europeo antitrust e le norme del fair play finanziario. Tuttavia l’azione della Liga non ha appigli giuridici. Un decreto reale spagnolo prevede la legittimità della clausola rescissoria. L’unico scopo è quello di accendere i fari su un sistema che – secondo Tebas e non solo – si sta deteriorando. C’è chi parla di “doping finanziario”, ma nell’immediato non si può fare assolutamente niente, a parte cercare di sollevare un polverone. Intanto gli avvocati di Neymar si sono recati da un notaio a Madrid per formalizzare il rifiuto della Liga e per proseguire con l’acquisizione del giocatore.

neymar

Neymar con la maglia del Brasile

Meglio comprare Neymar o rifare la squadra da zero?

Che, conti alla mano, è costato al PSG più di un’intera squadra. Potete decidere di pensarla come volete. Che il calcio è cambiato, che ora i prezzi non sono più quelli di una volta, che i campioni così si ripagano da soli. Ma giusto per darvi una dimensione di quello che ha speso per un solo giocatore lo sceicco, prendete questo dato: soltanto una squadra negli ultimi 10 anni ha speso di più per tutta la campagna acquisti. Il Real nel 2009 tirò fuori complessivamente 257 milioni per portare alla casa blanca Cristiano Ronaldo, Kaka, Xabi Alonso e Benzema. Come a dire che questi quattro tutti insieme valevano quanto oggi vale Neymar…

Altro dato: sono solo 16 le squadre al mondo che per essere costruite hanno avuto bisogno di una campagna acquisti superiore ai 222 milioni di euro. Per costruire l’Atletico Madrid sono serviti 207 milioni, per la Roma 192, per il Leicester 158, per il Monaco campione di Francia proprio davanti al PSG 141. Neymar da solo è costato più di queste rose. L’ultimo dato è che da solo il trasferimento di Neymar vale tutti i trasferimenti dello scorso anno di Russia e Portogallo. Roba da fantacalcio, di difficile comprensione.

monaco neymar

Il Monaco campione di Francia è costato meno di Neymar

Ma allora, quanto varrebbe oggi Maradona?

In tanti ci chiedono: ma se Neymar è costato 222 milioni solo di cartellino, Maradona allora quanto doveva valere? Abbiamo provato a fare un calcolo: Maradona al cambio attuale (considerata la svalutazione) sarebbe stato pagato dal Napoli 181 milioni di euro. Ma Playratings (con cui ci siamo confrontati per questo raffronto) ha voluto introdurre anche un altro parametro: Neymar è stato pagato di più rispetto al suo valore calcistico perché è commercialmente rivendibile. Questo sovrapprezzo è stato calcolato anche per Maradona: ecco che allora il prezzo di un Maradona “neymarizzato” schizza a 345 milioni.

E infine, considerando che mentre voi avete letto questo articolo (diciamo in 3 minuti) Neymar ha guadagnato 174 euro, forse dovremmo tutti pensare a come impiegare meglio il nostro tempo!