Redazione

E’ tornato il campionato di serie A dopo una lunga pausa natalizia, è arrivata anche la neve, che ha messo in crisi diverse organizzazioni e fatto saltare alcuni match, si rinnova anche l’appuntamento con le notizie curiose della settimana calcistica e sportiva. Buona lettura.

IL MONDIALE SI ALLARGA
Martedì prossimo il Consiglio della FIFA a Zurigo ufficializzerà il passaggio dal Mondiale a 32 squadre a quello a 48. Secondo l’agenzia francese AFP, che ha consultato in anteprima un rapporto confidenziale della FIFA, la nuova formula comporterà un guadagno complessivo dell’ordine di 605 milioni di euro: dagli attuali 3,35 miliardi di euro i ricavi aumenterebbero a 3,95 miliardi. Per quanto riguarda la formula del torneo ci sono quattro ipotesi al vaglio, per un format che dovrebbe entrare in vigore a partire dal 2026. Ma quanto durerà?

NEVICA IN CAMPANIA
A causa del maltempo sono state rinviate tutte le gare di calcio (calcio a undici, calcio femminile, calcio a cinque – maschile e femminile – e Settore Giovanile e Scolastico) del 7, 8 e 9 gennaio 2017 dei campionati organizzati dal Comitato Regionale della Campania e dalle delegazioni provinciali. Lo rende noto un comunicato del Comitato Regionale Campano della Lega Nazionale Dilettanti. Un po’ di sale sulle strade e qualche spazzaneve avrebbe fatto comodo.

UN ALTRO CAMPIONE VERSO LA CINA
Anche Lukas Podolski sta per trasferirsi nel ricco campionato cinese. Il tedesco, classe ’85 lascerà, infatti, la Turchia dopo neanche due stagioni, piuttosto mediocri a dire il vero, con la maglia del Galatasary. Qualcuno dice che il giocatore non si senta tranquilla dopo gli ultimi attentati terroristici.

ADDIO NOAH
È morto all’età di 79 anni, nella sua casa di Yaoundé (in Camerun), Zacharie Noah, ex calciatore professionista che con la maglia del Sedan ha vinto la Coppa di Francia nel 1961 e padre dell’ex campione di tennis Yannick Noah. Lo ha reso noto proprio il figlio con un tweet sul proprio profilo Twitter. “Domenica mattina a Yaoundé, Zacharie Noah si è spento serenamente nel sonno. Ci ha lasciato circondato dalla sua famiglia”, il messaggio scritto da Yannick. Le nostre condoglianze

FOLLIE SPOLETINE
Un’amichevole tra bambini di 11 anni, la squadra locale contro gli ospiti ternani, è finita in rissa. Ovviamente sugli spalti, con i genitori delle due squadre che si sono azzuffati dopo un fallo di gioco in cui un bimbo è rimasto colpito al labbro. Anche uno dei due allenatori è rimasto coinvolto nella lite. Il presidente del Coni di Terni, Stefano Lupi, ha parlato di “morte della cultura sportiva”, amareggiato anche per la presenza del figlio, che sconvolto, ha detto di voler mollare il calcio.