Redazione

Clamoroso ko del Napoli in casa, 30esima vittoria consecutiva della Juve allo Stadium, presentazione della nuova Ferrari e Italrugby ospite della gloriosa Inghilterra, Roma agli ottavi di Europa League con un nuovo stadio in vista e Fiorentina eliminata. Una settimana calcistica molto intensa, dove ovviamente trovano spazio notizie curiose, molto curiose.

Mourinho cuore d’oro

Anche il grande rivale sa riconoscere un’ingiustizia. José Mourinho si è schierato dalla parte di Claudio Ranieri, esonerato dal Leicester, nonostante la vittoria a sorpresa lo scorso anno della Premier League e ancora in corsa negli ottavi di Champions League. Su Instagram, il mister portoghese del Manchester United ha pubblicato una foto che lo ritrae assieme al collega sorridente. “Sorridi amico, nessuno cancellerà la storia che tu hai scritto – il commento dello ‘Special One’ – Campione d’Inghilterra e tecnico Fifa dell’anno: licenziato! Questo è il nuovo calcio…”. Il portoghese ha anche sfoggiato in seguito una maglietta con le iniziali del tecnico esonerato. Mou si è intenerito. Sarà l’età?

MALDINI NON E’ ANCORA CONVINTO
Sembra ancora lontano il ritorno di Paolo Maldini al Milan. L’ex capitano rossonero, intervistato in settimana, si è detto ancora molto perplesso della vendita del club rossonero ai cinesi: “Sono sempre più convinto della mia scelta di non accettare la proposta dei cinesi”. Maldini ha aggiunto: “Il futuro? Non so, per ora è così, io non ho mai aspettato niente dalla società e credo sia giusto viverla così, ho dato tanto ma ho anche ricevuto”. Tornerà un giorno? Probabilmente sì.

Maldini alza la Champions.

ANCHE I BOMBI GIOCANO A CALCIO
Giocare a calcio? Sembra facile, almeno per i bombi, che imparano i fondamenti dello sport – non proprio congeniale a un insetto – semplicemente guardando i loro simili, e anche in cambio di una ricompensa zuccherina. La scoperta descritta sula rivista Science getta nuova luce sulle capacità di apprendimento degli impollinatori, più sofisticate del previsto. Gli scienziati della Queen Mary University of London hanno insegnato a un gruppetto di bombi a muovere alcune biglie di legno fino al centro di una piattaforma, dove le aspettava un liquido dolce. Il tutto, sotto gli occhi dei loro simili. A quando una partita ufficiale?

DA DRUENTO ALL’HONVED
La classica splendida storia di calcio. Marco Rossi, 52 anni, allenatore della Honved Budapest, prima nel campionato ungherese, ricorda l’Italia in una intervista a La Stampa: «Sono 33 anni che sono lontano da Torino, anzi da Druento. Più che i luoghi, mi mancano le persone: mio padre, che ci ha lasciati da quasi tre anni, mia madre, i miei fratelli, i nipoti e gli amici. Del mio essere torinese ho portato in Ungheria la franchezza: nella vita sono sempre stato me stesso, nessuna ipocrisia. Dell’Italia mi mancano soprattutto i profumi, i paesaggi. Il calcio no, perché lo vedo in televisione». Il suo Honved è primo grazie a lui e ai gol (otto in 12 partite) del torinese Davide Lanzafame.

AUGURI KAZU MIURA
A 50 anni non ha ancora intenzione di appendere gli scarpini al chiodo. L’ultimo samurai del calcio nipponico Kazuyoshi Miura, vecchia conoscenza del nostro calcio, continua a giocare, segnare e collezionare record. L’highlander del pallone ha prolungato il contratto con lo Yokohama Football Club, la squadra con cui milita dal 2005. Gli abbiamo dedicato un bell’articolo approfondito.

DERBY UMBRO DI SOLIDARIETA’
E’ finito 1-0 per il Norcia, il derby di prima categoria tra Cascia e Norcia, che ironia della sorte si sarebbe dovuto giocare lo scorso 30 ottobre, giorno della tremenda scossa che ha provocato la distruzione in Valnerina. Match winner, nel corso del primo tempo, Piovanello. La partita si è giocata al Curi di Perugia davanti a circa 500 spettatori.