Redazione

Roma e Napoli non mollano e continuano la rincorsa alla Juve. Nel frattempo la Nazionale italiana di Rugby ha incassato un’altra dura sconfitta nel Sei Nazioni, stavolta contro gli Irlandesi. Ma la settimana è stata ricca anche di notizie curiose. Eccole selezionate per voi.

UNA VOCE STORICA DEL CALCIO VA IN PENSIONE
Inter-Empoli sarà l’ultima radiocronaca (almeno targata RadioRai) per Riccardo Cucchi, storica voce di “Tutto il calcio Minuto per Minuto”. Campobasso-Fiorentina è stata la prima: nel mezzo centinaia di partite di calcio ed eventi sportivi raccontati con uno stile inconfondibile, ereditato dai grandi maestri del giornalismo sportivo. “Mi dedicherò alla lettura e all’opera, le mie più grandi passioni”, ha detto Cucchi al Fatto quotidiano.

ADDIO A UNA STELLA DELL’AJAX E DELL’OLANDA
Un altro mito del calcio olandese ci lascia.  Dopo Johan Cruijff, si è spento un altro simbolo dell’Ajax, Piet Keizer, leggendario attaccante dei lancieri dal 1961 al 1974, morto a 73 anni dopo una lunga battaglia contro un male incurabile. Tre le Coppe dei Campioni consecutive conquistate dalla squadra di Amsterdam a cavallo tra il 1971 e 1973, un’impresa riuscita solo a Real Madrid (5 in fila) e al Bayern Monaco. Nel 1974, anno del prematuro ritiro, ha fatto anche parte della selezione orange in grado di raggiunger la finale della Coppa del Mondo, persa contro la Germania Ovest, con il punteggio di 2-1. Con la maglia dell’Ajax ha giocato 490 gare segnando 189 reti. 33 presenze e con 11 gol, con la Nazionale.

MANCHESTER UNITED SENZA RIVALI, IN BORSA
Il Manchester United è l’unica società inglese tra le «big» che guadagna dal giorno dello sbarco sul listino. In quasi cinque anni il titolo è salito di quasi il 10%, da 14 a 15,2 dollari. La storia in Borsa dei Red Devils, vincitori di 20 campionati e tre Champions League, comincia a Londra nel giugno del 1991. La società raccoglie una decina di milioni di sterline per finanziare la ristrutturazione dell’Old Trafford. Ma il titolo, dopo una Ipo a 8,33 sterline, cade. Nel 2004, il businessman Malcolm Glazer, proprietario della squadra di Football Tampa Bay Buccaneers, inizia a rastrellare azioni e nel 2005 il Manchester viene delistato a un prezzo di tre sterline. La seconda volta del Manchester United in Borsa, invece, sta funzionando.

IL NIPOTE CALCIATORE DI DAVIDS DIVENTA DJ
Una scelta di vita quella di Royston Drenthe, 29 anni, centrocampista olandese di origini surinamesi che ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo per intraprendere la carriera di rapper. Nipote dell’ex juventino Edgar Davids, era svincolato dopo aver lasciato quest’estate il Baniyas (squadra militante nella lega araba). Dal campo alle serate in discoteca. Un’altra vita è possibile.

NAPOLI, IMPOSSIBILE IL CONFRONTO ECONOMICO CON IL REAL
Mercoledì 15 febbraio il Napoli atteso dalla difficile sfida contro i campioni d’Europa in carica del Real Madrid. Giovedì, invece, per i sedicesimi di Europa League sono in programma i match tra Villareal e Roma e tra Borussia Mönchengladbach e Fiorentina. Il 22 febbraio, infine, in Portogallo andrà in scena la partita di andata tra il Porto e la Juventus. Secondo una analisi de Il Sole 24 Ore, l’ottavo di finale tra il Real e i partenopei è quello più squilibrato sul piano economico. Le merengues, infatti, possono vantare il secondo fatturato più elevato tra le squadre qualificate agli ottavi di finale del massimo torneo europo, mentre il Napoli si trova nella parte bassa di questa speciale classifica. Il club di De Laurentiis nel 2016 ha un giro d’affari (plusvalenze escluse) di 142 milioni di euro. Quasi cinquecento milioni in meno rispetto ai 620,1 milioni del Real.

MARADONA SI ACCORDA CON LA FIFA
Maradona lavorerà per la FIFA. Dopo anni di tensioni e battaglie ora è ufficiale la collaborazione tra l’organo di governo del calcio mondiale e l’ex Pibe de Oro che, dalla sua pagina Facebook, non ha nascosto tutto l’entusiasmo per questa nuova avventura: “Ora è ufficiale. Finalmente posso esaudire uno dei sogni di tutta la vita..! Lavorare per un calcio pulito e trasparente al fianco di persone che veramente amano questo gioco. Grazie a tutti coloro che mi hanno incoraggiato ad affrontare questa nuova sfida”.