Redazione

Benedetti infortuni… Nessuno con un po’ di sale in zucca potrebbe mai pensare una cosa del genere, soprattutto se alla guida di una squadra che al riguardo non si è fatta certo mancare nulla… De Sciglio fuori per un mese, Howedes alle prese con noie muscolari, Khedira e Marchisio appena usciti dall’infermeria, ci mancava anche la lesione distrattiva di Pjanic, che terrà il bosniaco fuori dal campo per almeno un paio di settimane. Certo, c’è di mezzo la sosta, ma non è detto che il centrocampista recuperi in tempo per la Lazio. Eppure Allegri non si preoccupa. Perchè?

Nel nuovo centrocampo non c’è posto per Khedira e Marchisio

A parte che il tecnico sta scoprendo Bentancur, che al posto di Pjanic ha già ben figurato, ma soprattutto con un uomo in meno a centrocampo sarà possibile inserire di nuovo nelle rotazioni sia Khedira che Marchisio. Entrambi, come detto, sono reduci anche loro da fastidiosi infortuni, ma a prima vista avrebbero poche possibilità di rientrare in campo. L’indispensabilità di Matuidi e l’esplosione del ventenne uruguaiano, combinate alla presenza del regista bosniaco, lasciano ben pochi spiragli al tedesco e all’azzurro, che nella nuova mediana della Juventus, composta da un recupera palloni e da un creatore di gioco, non hanno una collocazione ben precisa.

Senza Pjanic, Allegri può reinserire i due centrocampisti

In situazione di normalità, per la loro tipologia di calcio in questo momento Khedira e Marchisio non sono il cambio di nessuno. Sono però due ottimi jolly, in grado alla bisogna di ricoprire entrambi i ruoli nel centrocampo della Signora. Ecco perchè lo stop di Pjanic, per quanto fastidioso, può in qualche maniera servire ad Allegri. Lasciare fuori in maniera continuativa uno dei calciatori più pagati della rosa e l’ultimo simbolo della Torino bianconera rischia di essere controproducente a livello di spogliatoio, ma anche inserirli “a forza” nelle rotazioni per non creare malumori può creare danni all’impianto di gioco della Juventus, che il tecnico sta costruendo sull’alternanza a centrocampo tra fisicità e tecnica. E quindi la leggera lesione del bosniaco non solo non preoccupa granchè, ma può aiutare Allegri a gestire i suoi uomini senza angosce, almeno per un po’.