Redazione

Sarà dunque Portogallo-Francia la finale di Euro 2016 che si disputerà domenica prossima. Non c’è stata la clamorosa sorpresa, anche se in pochi, dopo le prime partite, avrebbero scommesso sui lusitani. Cristiano Ronaldo, tra tensioni e colpi straordinari, alla fine ha fatto la differenza nei momenti topici del torneo, caricandosi la squadra sulle spalle. Ecco come l’hanno vista i nostri opinionisti:

Massimo Piscedda: “E’ stato un Europeo equilibrato con la sorpresa del Portogallo in finale, favorito anche dalla posizione nel tabellone. Non è stato il gioco il protagonista assoluto di questa edizione, ma alcune individualità come spesso capita a livello di nazionali ci hanno fatto divertire. Griezmann e Sanchez sono più che promesse, sono due belle realtà, che ci gusteremo in una finale aperta a qualsiasi risultato”.

Stefano Impallomeni: “Finale ricca di spunti. Da una parte Cr7 che cercherà la rete numero 10 agli europei superando Platini che potrebbe essere superato da Griezmann nelle realizzazioni in una sola edizione: 6 a 6. Francia Vs Portogallo è anche la sfida dei Pogba e dei Sanches. Sarà una finale in cui conteranno i flussi. La Francia è più forte ma a questo punto del torneo conta relativamente. Potrebbe essere la notte di Cr7, la consacrazione di un fenomeno vero. Più di Eusebio, che con il Portogallo non ha mai inciso e vinto. La Francia e lo Stade de France non saranno d’accordo. La loro spinta si farà sentire. Che vinca il migliore”.

Riccardo Gentile: “Pensate a Ronaldo, anche il suo Europeo finora non è stato straordinario. Almeno non quanto quello del suo Portogallo. E’ vero, contro il Galles è stato lui a sbloccare il risultato e contro l’Ungheria la sua doppietta era stata comunque decisiva. Ma, insomma, non è certo il CR7 formato Real. Contro la Francia, domenica a Parigi, servirà la versione che tutti conoscono per vincere la prima grande competizione nella storia della nazionale portoghese. L’unico trionfo che manca nella straordinaria carriera del numero 7. A pochi giorni di distanza dall’ennesimo fallimento di Messi con la maglia dell’Argentina, Cristiano ha la possibilità di mettere un ulteriore punto esclamativo in vista dell’assegnazione del prossimo pallone d’oro. Un premio, da sempre assegnato dalla rivista francese France Football. Francese come Griezmann, 6 gol e capocannoniere di euro 2016 almeno per ora. Contro Ronaldo ha già perso, a Mlilano in finale di Champions. Vice campione d’Europa per la seconda volta in poco più di un mese? E se invece fosse lui, tra i due litiganti Messi e Ronaldo, a salire sul trono ? Anche a dicembre, perché no? Un pallone d’oro francese, in fondo giocherà in casa, sia domenica contro il Portogallo che a dicembre con France Football”.

Maurizio Compagnoni: La Francia è favorita. Ma questo è ovvio. Però l’esito della finale non è scontato. Ci sono alcuni fattori che, a mio giudizio, spingono per una possibile vittoria del Portogallo. Innanzitutto Cristiano Ronaldo che nei momenti decisivi (Ungheria nel girone e semifinale con il Galles) non ha tradito. La rosa portoghese è di qualità e la squadra sta crescendo. Gente come Andre Gomes e Mourinho fin qui ha deluso. Però attenzione che in finale i due potrebbero avere un sussulto. C’è poi il fattore fisico. Il Portogallo avrà 24 ore in più di riposo e la partita con il Galles è stata meno dispendiosa di quella che la Francia ha giocato contro la Germania.
Poi è ovvio che i francesi hanno più talento, la spinta del pubblico e in questo momento un’autostima notevole. La Francia è favorita ma nell’anno degli underdog non diamo per scontato l’esito della finale di Saint Denis.