Redazione

Nel week end degli scontri al vertice in Serie A, ecco una bella carrellata delle notizie calcistiche più curiose della settimana. Da leggere.

OSCAR PIONIERE DELLA CINA

Gioca in Cina per lo Shanghai SIPG, ma Oscar resta un giocatore ancora molto seguito dal calcio che conta. Se n’è accorto in Qatar dove si sta allenando e ogni giorno firma decine di autografi: “Insieme ai giocatori che mi hanno preceduto – ha detto in esclusiva a www.sc.qa – sono uno dei pionieri del calcio asiatico, uno di quelli che ha scelto di venire in Cina per aiutare il campionato a crescere e per farlo conoscere a tutti. La Cina ha investito molti soldi nel suo campionato e ogni formazione ha buoni calciatori. Finora non sono stato molto in Cina, appena un paio di giorni a Shanghai, ma le prime impressioni sono state ottime: ci sono edifici incredibili ed è una città molto bello. Il mio obiettivo è quello di vincere il campionato già quest’anno”.

PAPA’ VIOLENTO ENTRA IN CAMPO E PICCHIA TUTTI
Un semplice litigio fra ragazzini di 14 anni sul campo dell’oratorio sarebbe stato il motivo per il quale uno dei genitori presente sugli spalti è entrato in campo ed ha picchiato alcuni dirigenti e due ragazzi della squadra avversaria. E’ successo a sabato pomeriggio a Castelnuovo, nel Modenese, per una partita del torneo giovanile organizzato dal Csi, per una partita fra la modenese Monari e il Castelvetro. Per mettere la situazione sotto controllo nel campetto parrocchiale sono dovuti intervenire i carabinieri.

#IOVOGLIOGIOCARE A CALCIO: DA SOSTENERE
La chiamano “Quarta categoria”, ma sono atleti a tutti gli effetti: e ora fanno parte di squadre ufficiali, vestendo le relative divise. Sono i giovani calciatori con disabilità, che hanno debuttato ufficialmente il 21 gennaio. Il progetto si chiama “#iovogliogiocareacalcio, calcio e disabilità: fischio d’inizio per Quarta Categoria” ed è stato presentato nei giorni scorsi a Roma, presso il Senato. Alla presentazione erano presenti, oltre al presidente del Senato Grasso e altri senatori, il presidente della Figc Carlo Tavecchio, il presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta, il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi.

PRANDELLI DELUSO DAL VALENCIA
“Quando sono mancati i presupposti per lavorare con trasparenza, mi sono sentito umiliato: mi hanno chiesto di fare l’allenatore e il dirigente, senza poi darmene la reale possibilità”. L’ex ct della nazionale italiana Cesare Prandelli a Premium Sport ha parlato della sua breve esperienza alla guida del Valencia. “Avevamo concordato che la priorità era l’acquisto di Zaza, con cui era tutto chiuso, e non ho potuto accettare il fatto che il presidente, dopo venti giorni in cui eravamo d’accordo, mi fosse venuto a chiedere se volevamo un centrocampista. Come a voler ricominciare da zero – ha rivelato – Mi sono sentito umiliato e ho preferito rescindere un contratto di un anno e sei mesi”.

UN “TOTTI IN VERSIONE ARABA” FILO TERRORISTA?
Mohamed Aboutreika, ex leggendario centrocampista che i connazionali egiziani considerano la versione araba di Totti, è stato inserito dalla Corte d’Assise del Cairo in una lista nera di terroristi e filo-terroristi con l’accusa di aver finanziato i Fratelli Musulmani, fuori legge dal 2013. Per il goleador, che con la maglia dell’al-Ahly ha conquistato 22 titoli tra cui 5 Coppe Campioni d’Africa, significa il congelamento dei beni e il ritiro del passaporto.