Nino Santarelli

Tra paganti, 5.089, e abbonati, 18.872, tra l’altro non tutti presenti all’Olimpico per la nota protesta contro le barriere, hanno assistito a Roma-Cagliari, ultima partita in casa della squadra seconda in classifica, 23.961 persone. Solo Roma-Pescara, 23.633, aveva fatto registrare meno presenze nelle partite di campionato disputate in casa dai giallorossi. La Roma, 9 gare e 9 vittorie all’Olimpico, è in lotta per lo scudetto e gioca praticamente nel deserto.

La Roma gioca nel silenzio

Dalle tribune si sentono le indicazioni dei tecnici, le voci dei giocatori. Il tifo è affidato esclusivamente ai tifosi dei distinti sud lato tribuna Monte Mario. Il resto dello stadio tace. E dire che il tifoso romanista è considerato da sempre come molto caloroso, vicino alla squadra. “La Roma non si discute si ama” dicevano i romanisti negli anni 80. Oggi questa passione si è persa e non solo per colpa delle barriere, degli stadi scomodi, del caro biglietti, della Tv. Oggi a Roma come in altre piazze non c’è più il gusto e la voglia di andare allo stadio. La media spettatori nelle partite casalinghe della Roma è 28.910. La partita con più spettatori è stata Roma-Milan del 12 dicembre con 41.841 presenze. Come la Roma anche il Napoli paga la disaffezione del pubblico. Al San Paolo la media spettatori a partita supera di poco le 30 mila presenze. La gara  con più gente, grazie ai prezzi popolari decisi dal presidente De Laurentiis, è stata quella con il Sassuolo, quasi 50 mila persone. San Paolo invece vuoto contro l’Empoli, i tifosi azzurri erano solo 15.912. Roma e Napoli rispetto alla scorsa stagione hanno avuto un crollo di presenze allo stadio,  -17,8% per i giallorossi e -22,3% per gli azzurri.

spettatori paganti stadi italiani

La curva A del San Paolo di Napoli.

JUVENTUS STADIUM: ALTRA MARCIA
Continua invece ad avere lo Stadium pieno la Juventus. Come la Roma, la Juventus in casa vince sempre. Grazie allo Stadium, una tifoseria in passato fredda e spesso distaccata, è diventata un fattore determinante. Rispetto alla scorsa stagione +3,8. Una media a partita di 39.924. Record di spettatori, 41.470, e di incasso ovviamente nel big match contro la Roma del 17 dicembre. Le squadre che portano più tifosi allo stadio sono Inter e Milan con una media a partita di 42.661 per l’Inter e 41.363 il Milan. Le partite più viste quest’anno in serie A sono state il derby tra Milan e Inter, 77.882 spettatori, e la sfida tra l’Inter e la Juventus, 74.484 tra paganti e abbonati. Il trend complessivo, rispetto alla passata stagione, fa segnare un calo intorno al 2%. E manco a dirlo fanalino di coda è il Crotone con in media 7.640 spettatori a partita. In attesa di una riflessione dai vertici del nostro calcio chiudiamo ricordando un altro dato: in media una partita del nostro campionato è vista da 21.664 persone. Numeri che non hanno bisogno di ulteriori commenti.