Elisa Ferro Luzzi

Carles Puyol e Ivan De la Peña da qualche tempo sono diventati procuratori sportivi. Lo storico capitano del Barcellona ed il forte centrocampista ex Barca che in Italia ha vestito la maglia della Lazio, nel 2015 hanno messo insieme una vera e propria agenzia ed hanno cominciato ad andare a caccia di talenti da lanciare sia in Spagna che altrove: i primi sono stati Aymeric Laporte, Marc Bartra e Wilfrid Kaptoum. “Abbiamo creato un’impresa con Ivan De la Peña e Ramon Sostres – ha commentato Puyol -. Ivan è un appassionato di calcio, gli piace scoprire talenti. Mi parlava di Neymar, Coutinho e Douglas Costa quando avevano 14 anni”. L’ex capitano del Barcellona, ai tempi, ha rifiutato di fare il secondo a Roberto Mancini sulla panchina dell’Inter ed ha preferito affiancare l’amico di sempre, Ivan De la Peña, in questa nuova avventura.

Puyol e De La Pena in visita alla Pinetina nel 2015

Puyol e De La Pena in visita alla Pinetina nel 2015

I talenti assistiti da Puyol e De La Peña

Marc Bartra è finito nel mirino della Fiorentina a gennaio della scorsa stagione. Il gioiellino del Barcellona non ha ottenuto l’ok per il trasferimento in Italia ma si è accasato al Borussia Dortmund in estate per 8 milioni di euro. Proveniente dalla cantera blaugrana, sembra destinato a diventare uno degli intoccabili della nazionale spagnola: dopo pochi mesi dal passaggio in Germania, il suo valore di mercato è già raddoppiato. Un colpo importante per i due procuratori alle prime armi. Aymeric Laporte è l’altro nome legato alla coppia Puyol-De la Peña: è il secondo francese (il primo è Bixente Lizarazu, ndr) a vestire la maglia dell’Athletic Club nonostante la politica del club impedisca di schierare giocatori che non abbiano origine basca. Laporte è francese, ma è stato tesserato dall’Athletic in quanto cresciuto nel vivaio di un’altra squadra basca, l’Aviron Bayonnais. Wilfrid Kaptoum in realtà è una scoperta di Samuel Eto’o, che lo ha notato quando giocava nella fondazione camerunense da lui guidata. Di Ivan de la Peña dice: “E’ un agente, ma soprattutto un amico, mi ha sempre seguito con affetto e amicizia”. Kaptoum ammira Iniesta e ha avuto sempre al suo fianco – in passato – Carles Puyol

Marc Bartra, assistito da Puyol e De La Pena, in estate è stato preso dal Dortmund

Marc Bartra, assistito da Puyol e De La Pena, in estate è stato preso dal Dortmund

OLYSEUM, LA APP SULLO SPORT CREATA INSIEME AD INIESTA
Ma la fine delle carriere di Puyol e De La Peña non ci ha regalato solamente un’agenzia di procuratori sportivi. La premiata ditta ex Barca ora gestisce anche una app chiamata Olyseum. Insieme ad Andre Iniesta. Il nome è un omaggio ad Olimpia, la città delle prime Olimpiadi, e il Colosseo. Questa app nasce dalla necessità di creare uno spazio in cui condividere ogni tipo di pubblicazione sportiva: chiunque potrà pubblicare il suo contenuto e condividerlo con gli amici e, chissà, ritrovarselo pubblicato su qualche sito a livello nazionale. Ampio spazio ad Iniesta, che all’interno della app ha una sua community: gli utenti potranno assistere giorno dopo giorno ai suoi allenamenti, seguirne i progressi, carpirne i segreti, assistere a vere e proprie lezioni di calcio tenute dal campione del Barcellona ed interagire direttamente con lui. Insomma: Puyol e De la Peña hanno intenzione di lasciare il segno anche fuori dal campo e di dare del filo da torcere anche alle startup che si occupano di pallone.

Puyol e De La Pena lanciato la app Olyseum

Puyol e De La Pena hanno lanciato la app Olyseum