Redazione

La statistica ora recita che Cristiano Ronaldo da solo ha fatto più gol in Champions League (103) di tutto l’Atletico Madrid messo insieme (100). E detta così appare davvero impietosa per la squadra di Simeone. Nessun calciatore, inoltre, aveva mai segnato tre gol nella stessa partita in semifinale di Champions League. Insomma, Cr7 fa tutto da solo sempre con un solo obiettivo: migliorarsi. Fare una lista dei record stabiliti da Cristiano Ronaldo è rischioso per due motivi ben precisi. Innanzitutto la lunghezza. CR7 vanta una serie di primati, alcuni in solitaria, altri in coabitazione, mai vista nella storia del calcio. E poi c’è quella tendenza del portoghese a infrangere continuamente i propri limiti, che ci costringe ad aggiornare l’elenco di continuo. Impossibile quindi (ed anche abbastanza noioso) sciorinare una serie di cifre a sè stanti, meglio concentrarsi su alcuni record che rendono comunque l’idea dell’unicità del calciatore di Madeira.

Centotre reti nelle competizioni europee, centouno delle quali realizzate in Champions’ League (le altre due risalgono alla Supercoppa 2014, vinta dal Real con una sua doppietta al Siviglia). Champions’ League di cui è ovviamente marcatore principe, avanti di sette lunghezze alla sua nemesi Leo Messi. E sempre nella massima competizione continentale il portoghese detiene altri curiosi record. Suo il primato di reti in una singola stagione, le diciassette realizzate nell’anno della Decima. Undici invece sono i gol in sei partite nel 2015-16, che lo rendono il miglior marcatore in un girone della storia della Champions. Unico calciatore  segnare tre reti in una semifinale di Champions League. Undici sono anche gli anni in cui CR7 è stato inserito nella formazione ideale dell’ex Coppa dei Campioni, mentre ben ventisei sono le doppiette a referto.

Cristiano Ronaldo festeggia una rete assieme a Gareth Bale

Anche nei campionati Ronaldo si difende abbastanza bene. Non è, udite udite, il miglior marcatore di sempre della Liga (l’onore spetta a Leo), ma detiene il record di triplette (ben trentadue), di calci di rigore realizzati (cinquantotto) ed è l’unico calciatore nella storia del torneo ad aver segnato più di trenta reti per sei stagioni consecutive, dal 2010-11 al 2015-16. Il portoghese è di certo il blanco più odiato dai cugini dell’Atletico, dato che nella sua speciale collezione ha anche il primato di reti realizzate nel derby di Madrid. Le sue diciotto marcature lo catapultano davanti al grande Alfredo Di Stefano, fermo a diciassette. C’era da aspettarselo, dato che dall’ottobre 2015 CR7 è anche il recordman di reti con la maglia del Real, superando Raul e la Saeta Rubia. Ma Cristiano ha fatto il tempo a lasciare il segno anche in Premier League. Le sue trentuno reti nella stagione 2007-08 sono il record di marcature in un torneo a venti squadre.

Se è facile immaginare che CR7 detenga il primato di reti segnate con la maglia del Portogallo, con Pauleta ed Eusebio ormai quasi doppiati, non è così scontato quello delle presenze in nazionale. Ma il cannibale di Madeira si è preso anche quello, superando Luis Figo e Fernando Couto. Il meglio di sè Ronaldo lo dà ovviamente nei grandi tornei, il che gli ha permesso di stabilire l’ennesimo curioso record. A partire da Euro 2004 il portoghese non ha mai mancato l’appuntamento con la rete, segnando così nelle ultime sette grandi manifestazioni, quattro Campionati Europei e tre Coppe del Mondo. A proposito di Europei, Cristiano è anche il marcatore principe della competizione, sia per quel che riguarda le qualificazioni che per le fasi finali.

Cristiano Ronaldo a Parigi solleva la Coppa Henri Delaunay 2016

Senza dimenticare di menzionare le quattro Scarpe d’Oro, chiudiamo con un dato che certifica definitivamente la straordinarietà del calciatore portoghese. Nella sua carriera Cristiano è riuscito a vincere campionato, coppa e supercoppa nazionale, Champions’ League, Mondiale per Club, Scarpa d’Oro e Pallone d’Oro nello stesso anno solare. Un’impresa unica, giusto? Beh, provate a farlo due volte. E con due squadre diverse.