Francesco Cavallini

Difficile pensare al calcio quando la testa ed il cuore sono al di là dell’Oceano. Il Messico trema ed il suo capitano, Hector Moreno, non può rimanere indifferente. Ottantacinque presenze con il Tricolor, vincendo la Gold Cup 2015. Il difensore della Roma è il simbolo di un popolo ferito, attorno al quale si stringe la solidarietà del mondo intero, calcistico e non. Ma nonostante il dolore, il numero 15 giallorosso continua la sua marcia di avvicinamento alla forma migliore. Per lui solo una presenza, undici minuti nel finale della partita con il Verona. Il primo assaggio di Serie A, per un calciatore che ha già fatto molto bene nella Liga e in Eredivisie.

Il primo acquisto della Roma di Monchi

La Roma l’ha acquistato per quasi sei milioni di euro dal PSV. Anzi, sarebbe meglio dire che nella Capitale ce l’ha portato Monchi. Il messicano è il primo acquisto nella carriera giallorossa del DS andaluso, che ha confessato di aver tentato a lungo di portarlo a Siviglia negli anni precedenti. Non è difficile comprendere il perchè di tanto apprezzamento. Moreno è difensore vero. Ruvido, dotato di un ottimo stacco e di una forza fisica fuori dal comune. Non per niente è soprannominato El Tractor. Ma c’è di più, perchè il numero 5 ha anche un piede sinistro da non sottovalutare, capace di precisi lanci che possono trovare il compagno libero anche a più di cinquanta metri di distanza. Insomma, un centrale capace di impostare e di far ripartire il gioco, esattamente quello che serve alla Roma per superare il primo pressing di chi gioca contro i giallorossi.

Moreno è una garanzia, per lui parla la carriera

Eppure il suo acquisto è passato in cavalleria. Il capitano del Messico è tuttora considerato da qualcuno un mezzo oggetto misterioso. I motivi di questa scarsa considerazione da parte di una fetta della tifoseria (che comunque non è assolutamente maggioritaria) sono da ricercarsi nell’infortunio in Nazionale che l’ha tenuto fermo più del previsto e nella scarsa fama di Moreno prima del suo arrivo in Italia. I più attenti però sono a conoscenza di una carriera importante tra Spagna e Olanda, con gli ultimi anni al PSV in cui il centrale ha anche scoperto la Champions League. La garanzia comunque è Monchi, che ha fatto carte false per averlo con sè.

Tutti lo volevano, ma la Roma ha fatto prima

E non è l’unico estimatore del messicano. Dopo la roboante sconfitta del Liverpool contro il City di Guardiola, in un sondaggio è stato chiesto ai tifosi dei Reds chi avrebbero acquistato per rinforzare la difesa. Risposta? Howedes, Sanchez, De Vrij, Laporte e…esatto, Hector Moreno, definito dai tifosi del Livepool “un perfetto esempio del centrale moderno: solido in difesa e bravo anche a gestire il pallone”. Peccato per gli inglesi che il capitano del Tri sia atterrato a Roma. Una fortuna invece per i giallorossi, che a breve scopriranno di che pasta è fatto El Tractor. Che giocherà per sè e per tutta la sua gente, portando sulle spalle un dolore che sembra non finire mai.