Redazione

Schick in giallorosso? No. Schick è un giallo. E non è detto che diventi un film in…bianco e nero. Il blitz di Marotta e Nedved ha convinto il calciatore ceco. E nulla esclude che possa” tornare” lì dove era andato. Magari, non subito. Magari fra un anno, quando Higuain veleggerà verso i 32 anni e la Juve avrà bisogno di un top player pronto all’uso. Nel frattempo la Samp rinuncia ai 38 milioni della Roma, ma si tiene in rosa un calciatore straordinario.  Molto meglio, tutto sommato, che andare a cercare un sostituto a fine agosto. Il ritorno prepotente su Schick, però, nasconde un altro obiettivo. Strootman. Anche perchè la Juventus, in mezzo al campo, è tornata corta…

Marchisio, il ginocchio fa i capricci…

Sfortunatissimo Marchisio. Il principino ha ancora problemi al ginocchio sinistro, operato sedici mesi fa. Un rapido consulto a Barcellona. Il comunicato della società si limita allo stretto indispensabile. Accertamenti clinici e strumentali che evidenziano la necessità di terapie specifiche per il rinforzo muscolare. Una scelta conservativa mirata a rendere più stabile l’articolazione. Risultato? 3-4 settimane di stop. Sperando che poi il problema sia risolto. E se la degenza dovesse continuare? Marchisio non è un titolare inamovibile, ma è nella rosa dei 14-15 che scendono regolarmente il campo. Ergo, la Juventus non può farsi trovare impreparata.

Strootman, sino all’ultimo respiro. La Juventus ci prova in 3 mosse

Ecco, allora, che il blitz genovese, acquista un senso. La Juventus è tornata su Schick per cercare…Strootman. Un’azione mirata. Molto semplice. In tre mosse. 1) Nedved, come sembra, convince il ragazzo ad accettare la Juventus. 2) La Roma rimane senza esterno a destra. 3) A quel punto l dirigenza bianconera proporrà Cuadrado in cambio di Strootman.

 

Strootman, la Juve lo inseguirà sino all’ultima ora di mercato

 

Fantamercato? Sino a un certo punto. I bianconeri rinuncerebbero a un esterno (destro) di valore. La Roma a uno dei suoi pilastri di centrocampo. Paradossalmente, però, entrambe uscirebbero più complete da questa doppia (dolorosa, per entrambe) operazione. La Roma ha comunque risorse importanti a centrocampo (Pellegrini, su tutti). La Juventus resta con una batteria di esterni assolutamente competitiva, considerando anche il cambio di modulo che ha in mente Allegri. Si può fare?Ha un senso.