Marco Piccari

Uno alza la testa, accarezza il pallone e con il destro lancia. L’altro parte, sprinta e vola sulla fascia per arrivare prima su quel passaggio. Uno costruisce e l’altro sfonda. Chi sono? Jean Michel Seri e Rick Karsdorp: una coppia d’assalto che piace molto alla Roma. Seri è il centrocampista del Nizza che bene ha fatto nell’ultima stagione. In mezzo al campo l’ivoriano è stato il faro che ha illuminato il gioco di Favre. Tecnica e intelligenza tattica al servizio della squadra. I piedi di Jean, soprattutto il destro, sono delicati ogni tocco sul pallone è una carezza. Una qualità che il ragazzo ha sviluppato da giovane quando giocava a piedi nudi sui campi di terra. Il 25 enne è stato prelevato dal Pacos Ferreira due anni fa e il Nizza, per meno di 2 milioni di euro, ha battuto la concorrenza di Valencia e Real Madrid.

Seri, il metronomo che sforna assist

Il primo anno ha giocato 35 partite da titolare su 38 segnando 3 gol e confezionando 6 assist. Nell’ultima ha giocato una partita in meno, ma ha migliorato lo score realizzando 7 gol. Ma in termini di assist è stato ancor più incisivo e con 10 passaggi vincenti è finito al secondo posto di questa graduatoria alle spalle di Sanson che si è fermato a quota 12. La visione di gioco e la rapidità nel verticalizzare la manovra sono le sue armi migliori;  il pallone quando passa tra i suoi piedi sembra telecomandato. Jean si esprime benissimo sia come centrale di centrocampo che come interno di sinistra, una qualità che gli consente di interpretare più moduli tattici. (4-3-3 e 3-5-2)   Un tipo tosto che garantisce quantità, ma soprattutto tanta qualità e per caratteristiche ricorda il connazionale Zokora.

Karsdorp, la locomotiva della fascia destra

Pronto a sfruttare i suoi lanci perfetti potrebbe essere il terzino destro olandese Karsdorp. Una locomotiva in grado di arare la fascia destra. Il ragazzo del Feyenoord è un mix di forza fisica e tecnica. Una tecnica che nel 2014-15 gli ha consentito di giocare anche come trequartista, tanto che all’inizio della sua carriera veniva indicato come l’erede di Clasie. Ma con l’arrivo del tecnico Van Bronckhorst si è definitivamente trasformato in terzino destro e da quel momento non ha più abbandonato la fascia. Da quella parte garantisce una spinta costante e nello sviluppo del gioco viene cercato continuamente, i 55 tocchi ogni 90’, raggiunti nell’ultimo campionato, sono una dimostrazione di una manovra costruita intorno al terzino. Uno lancia e l’altro parte; Seri e Karsdorp due gioielli che la Roma vuole vestire di giallo-rosso.

Karsdorp con la maglia del Feyenoord (photo credits: Wikipedia)