Elisa Ferro Luzzi

Durante l’ultimo derby della Capitale abbiamo visto riapparire sulle maglie della Lazio lo sponsor Seleco. Si tratta di un evento storico: il marchio, infatti, è legato alla mitica maglia bandiera che esordì nella stagione 1982-1983 e fu indossata da Bruno Giordano, Vincenzo D’Amico e Lionello Manfredonia. Seleco accompagnerà la Lazio almeno fino al termine di questa stagione con un’opzione per le prossime. Da dieci anni, stagione 2006-2007, la Lazio non ha più uno sponsor fisso sulla maglia: in questo lungo lasso di tempo sono comparsi sporadicamente diversi marchi, dall’associazione benefica So.Spe alla clinica Paideia, ma nessuno era mai riuscito a trovare un accordo definitivo con il presidente Lotito.

simone inzaghi seleco

Pirelli sponsor più longevo d’Italia

In Italia, al contrario di quanto succede alla Lazio, alcuni sponsor campeggiano sulle maglie dei club ormai da diversi anni. Storico il matrimonio tra Inter e Pirelli: l’azienda di pneumatici appartenente a Tronchetti Provera si è legata al club nerazzurro durante la stagione 1995-1996 e da allora le parti hanno sempre rinnovato l’accordo e si avviano a festeggiare le nozze d’argento. La scorsa stagione l’ultimo rinnovo fino al 2021, anche se per il prossimo anno, con l’Inter ormai in mano ai cinesi del Suning, c’è chi si aspetta che sulle maglie appaia qualcosa che faccia riferimento appunto alla Cina.

inter pirelli

Lo storico sponsor Pirelli sulle maglie dell’Inter

IL NAPOLI E LETE
Da 12 anni il Napoli è sponsorizzato da Lete. Un sodalizio iniziato quando il club partenopeo si trovata in Serie C: la Lete fu la prima grande azienda a livello nazionale a scommettere sulla sua rinascita. Una partnership nata sul territorio e basata sulla vicinanza tra due eccellenze della Campania da esportare nel mondo. Mai il Napoli aveva stretto accordi così duraturi con lo stesso marchio: 12 anni sono un vero e proprio record di fedeltà che va ben oltre gli interessi economici. “Ad accomunarci sono idee e stile” ha dichiarato il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis. La sensazione è che con Lete il Napoli andrà avanti per molti anni ancora.

callejon napoli

L’ormai storico sponsor Lete sulle maglie del Napoli

LA ROMA E BARILLA
Il sodalizio più longevo tra la Roma e uno sponsor ufficiale è senza dubbio quello storico avuto con Barilla. Il celebre marchio di pasta è apparso sulle maglie giallorosse a partire dalla stagione 1982-1983 ed ha rappresentato il club per  12 anni. Nel mezzo uno scudetto alzato (proprio nel primo anno di partnership) e 3 Coppe Italia (1984, 1986, 1991). Dodici anni di relazione intensi quelli tra la Roma e Barilla, fatti di spot pubblicitari rimasti nella storia come quello con Falcao, protagonista nel celebre ‘Obrigado Barilla’, o quello della festa scudetto vista con gli occhi innamorati di un bambino. Nella stagione 94/95 il passaggio alla compagnia assicurativa Nuova Tirrena, poi sostituita da Ina Assitalia, sponsor del terzo scudetto della storia romanista. Poi è arrivata la Wind; dal 2013 i giallorossi non presentano sponsor sulla maglia di gioco. Nei cuori di tutti è rimasta comunque Barilla.

roma barilla

La storica pubblicità di Falcao per lo sponsor Barilla

IN EUROPA
Chi non associa la maglia del Liverpool alla Carlsberg? Partner storico del Liverpool, campeggia sulle casacche dei ‘Reds’ dal 1992 ed ha accompagnato la squadra nei suoi successi per poi lasciare il passo all’istituto finanziario Standard Chartered. Ma tra il Liverpool e la Carlsberg in fondo non è mai finita, la scorsa stagione è stato stipulato un nuovo accordo di sponsorizzazione per altri 3 anni: club e sponsor hanno così festeggiato le nozze d’argento. Si stima che dal 1992 ad oggi siano state erogate 6,5 milioni di pinte di birra all’interno di Anfield, la casa dei tifosi del Liverpool. Lo sponsor principale ora però è Standard Chartered, mentre sul kit di allenamento compare il marchio Garuda Indonesia.

Carlsberg, lo storico sponsor del Liverpool

Quindici anni di fidanzamento con la promessa di arrivare almeno a 20. La storica partnership tra Bayern Monaco e Deutsche Telekom, iniziata nella stagione 2002/2003, proseguirà fino al 2023 con l’azienda di telecomunicazione pronta ad aumentare i propri sforzi finanziari (circa 35-40 milioni all’anno) e il Bayern pronto a servirsi delle competenze dell’azienda per migliorare l’esperienza degli spettatori nell’Allianz Arena, sviluppando il progetto “Stadium Vision”. Un connubio indissolubile che ha portato il club bavarese a raggiungere grandi risultati in Germania e nel mondo.

carlo ancelotti conquista europa

Il Bayern Monaco e lo storico sponsor Detusche Telekom