Nino Santarelli

Costruire uno stadio a Roma sembra l’impresa più difficile del mondo. Nella altri grandi capitali europee ci sono state le stesse criticità? Chi ha finanziato la costruzione di questi nuovi impianti? A Roma la tribuna pericolante del vecchio ippodromo di Tor di Valle è considerata un bene da vincolare e tutelare mentre a Londra il vecchio Highbury è diventato un quartiere residenziale.

A Londra abbattuti Highbury e Wembley

Un monumento del calcio inglese abbattuto per realizzare 680 appartamenti. Sempre a Londra il vecchio Wembley è stato buttato giù per realizzare un impianto moderno, il secondo per capienza in Europa dopo il Campo Nou di Barcellona. A proposito di Inghilterra e di Arsenal, i Gunners hanno inaugurato nell’ottobre del 2006, dopo due anni e mezzo dalla posa della prima pietra, l’Emirates. Costo dell’opera 560 milioni di euro. Per finanziarlo l’Arsenal ha preso un mutuo da 310 milioni di euro con scadenza nel 2031, ha ceduto i diritti del nome dello stadio per 150 milioni di euro, ha fatto una serie di operazioni immobiliari riqualificando la zona di Highbury dal valore complessivo di 50 mln di euro ovvero meno del 10% del costo dello stadio. L’Arsenal per la realizzazione del suo nuovo impianto non ha avuto soldi pubblici.

stadi europa

Il nuovo impianto dell’Emirates Stadium di proprietà dell’Arsenal.

LO STADIO DEL BAYERN MONACO: APPROVATO CON UN REFERENDUM
Storia un po’ diversa per l’Allianz Arena di Monaco. Nel 2001 il Comune ha indetto sull’opera un referendum. Il 65% dei cittadini di Monaco si espresse a favore. Il costo dell’impianto è stato di 340 mln di euro che il Bayern ha coperto chiedendo un mutuo da 30 mln di euro l’anno, restituito in anticipo rispetto alla scadenza fissata, cedendo i diritti del nome dello stadio a 90 mln di euro per 30 anni, vendendo azioni del club. Il Comune di Monaco ha speso 210 mln per le infrastrutture e per riqualificare tutta l’area. Dunque in questo caso sono stati impiegati soldi pubblici. Come nel caso dell’Emirates, anche per realizzare l’Allianz ci sono voluti due anni e mezzo da ottobre 2002 a maggio 2005. Oggi lo stadio del Bayern Monaco accoglie oltre 3 milioni di visitatori. A proposito di nuovi stadi sta per andare in pensione a Madrid il Calderon. L’Atletico dalla prossima stagione giocherà a La Peineta. Costo 220 milioni di euro. La costruzione dello stadio è stata iniziata dal Comune di Madrid che poi lo ha ceduto l’Atletico nel 2009. L’inaugurazione è stata più volte rimandata in questi anni. Per finanziare i lavori all’Atletico è stata concessa la possibilità di realizzare 2000 appartamenti in un terreno vicino al nuovo impianto. Anche l’Atletico, come l’Arsenal, abbatterà il suo vecchio stadio per costruire un quartiere residenziale. E Il Calderon è un luogo sacro per i tifosi Colchoneros. In Europa gli stadi nuovi si fanno. Da noi invece si dice no a un investimento privato da 1,6 miliardi di euro e si considera una tribuna pericolante un bene da tutelare.

stadi europa

L’Allianz Arena di Monaco, lo stadio del Bayern.