Elisa Ferro Luzzi

Il sogno Lega Pro, dopo una stagione ad altissimi livelli, è purtroppo sfumato ma il Trastevere calcio è pronto per una nuova avventura. La terza squadra di Roma, quella di cui abbiamo ampiamente parlato in un’intervista con il dg Betturri qualche mese fa, è nel tabellone della Tim Cup 2017 e il 30 luglio sarà impegnata nell’affascinante sfida con un club dal passato ben più glorioso come la Reggiana. Il secondo turno si giocherà il 6 agosto e nell’eventualità di una vittoria, il club romano giocherà con lo Spezia e poi, con il Sassuolo, a proseguire, il 12.

Il tabellone della Coppa Italia 2017-2018

Trastevere contro Reggiana, Davide contro Golia

Il Trastevere, club calcistico che dal 1909 rappresenta il popolare Rione della capitale (e che vanta tra i suoi tesserati un certo Francesco Totti) può considerarsi ormai a tutti gli effetti la terza squadra di Roma. Non solo a detta dei suoi sostenitori, ma anche del segretario della Lega Pro Francesco Ghirelli, intervenuto alla presentazione delle nuove maglie della squadra che si appresta a giocare di nuovo il campionato di serie D, dopo la promozione sfumata alla penultima giornata. A dire il vero il Trastevere, che avrà anche una squadra di calcio a 5 donne, spera in un ripescaggio, ma il problema di non avere un impianto adeguato alla nuova categoria rischia di penalizzarlo seriamente. Il Trastevere Stadium, infatti, situato all’interno di Villa Pamphili, storico polmone verde della capitale, conta circa 800 posti a sedere e non è a norma. Il dg Betturri ha chiesto alla sindaca Raggi, attraverso una lettera, di trovare una soluzione ma non è mai stato ascoltato. Dovesse fare finalmente il salto di qualità, ad oggi andrebbe a finire a giocare a Rieti.

trastevere stadium

Lo stadio del Trastevere (foto lazioingol.it)

Tutta un’altra storia quella della Reggiana, che conta 7 apparizioni in Serie A l’ultima delle quali nel 1997 ed annovera come miglior piazzamento il 14esimo posto della stagione 1993-1994; a livello nazionale, nel suo palmarès vanta un campionato di Serie B e uno di Serie C a girone unico, nonché una Supercoppa di Serie C2. Ha lanciato numerosi giocatori e tecnici che hanno fatto poi la storia del calcio italiano (sulla sua panchina mosse i primi passi da allenatore, per esempio, Carlo Ancelotti). Nonostante ad oggi ci sia solo una categoria di differenza tra le due compagini, possiamo dire che questa sarà una partita dal sapor di FA Cup, una di quelle storie che da noi si vedono di rado. E chissà che il Trastevere non riesca ad andare avanti e ad affrontare lo Spezia o magari anche il Sassuolo. E che non diventi, prima o poi, il Chievo di Roma.

Carlo Ancelotti ha mosso i primi passi da allenatore nella Reggiana