Marco Piccari

Se mi lasci non vale, se mi lasci non vale. Non ti sembra un po’ caro il prezzo che adesso io sto per pagare. Con il brano di Julio Iglesias apriamo e chiudiamo la rubrica nell’appuntamento di oggi. Una canzone che dedichiamo a due personaggi dell’ultimo turno di campionato.

Montella e una valigia forzata

Il Milan perde contro la Samp la seconda partita in campionato e, dopo qualche giorno, lo stesso Montella fa preparare le valigie al suo storico preparatore atletico. È un po’ caro il prezzo che paga Marra dopo questa sconfitta. A prescindere dalle motivazioni, è una scelta incomprensibile anche perché il Milan non sembra avere problemi fisici. I guai sembrano essere più di altra natura. Troppi cambiamenti, giocatori poco utilizzati e alcuni fuori ruolo, vedi il povero Suso che nel 3-5-2 sembra un pesce fuor d’acqua. A questo dobbiamo aggiungere la poca personalità della squadra che sembra incapace di reagire dopo uno schiaffone e in questo anche Montella ha le sue responsabilità. Un tecnico dovrebbe dare alla squadra un po’ di carica, ok lo stile inglese di Vincenzo, ma serve anche un po’ di cazzimma. La prima valigia è stata quella di Marra, ma attenzione, se non cambia qualcosa, Mirabelli potrebbe anche decidere di mettere Montella sul primo aereo e farlo partire per un lungo viaggio.

Milik e un viaggio che si spera più breve del previsto

La valigia l’ha dovuta preparare anche Milik, ma questo è un viaggio forzato e non piacevole. Purtroppo il forte attaccante si è fermato, il ginocchio ha ceduto e dopo meno di un anno il polacco e alle prese con un altro grave infortunio. Milik e il Napoli pagano un prezzo caro, ma l’attaccante ha ricevuto una grande segnale d’amore da tutti. Pubblico, compagni e addetti ai lavori hanno fatto sentire tanto sostegno al ragazzo. Nessuno lascerà Milik, questo è solo un viaggio per ritrovare la forza e superare una difficoltà. Nella valigia c’è solo la speranza di dare un calcio alla sfortuna per tornare presto a segnare. Forza Milik…