Redazione

Le parole di Daniele De Rossi dal ritiro della Nazionale non lo sorprendono (“Thiago Motta ha vinto tanto,  è un maestro di tecnica e merita la maglia numero 10, sciacquatevi la bocca prima di parlare di lui”), Dario Canovi, uno dei massimi esperti di calciomercato in Italia, agente dell’attuale numero 10 azzurro (quante polemiche!), si congratula con il centrocampista della Roma: “De Rossi come al solito si conferma un grande uomo, perché come sempre ha il coraggio di esprimere le sue opinioni. Trovo questa polemica sul numero 10 assegnato a Thiago, una delle più squallide degli ultimi 40 anni. Andatevi a leggere il suo palmares e trovatemi uno con quei numeri”.

Sul centrocampista del PSG Canovi ha le idee piuttosto chiare: “Non è un caso che tutti gli allenatori con cui ha lavorato, lo rivorrebbero. Per chiudere questa polemica inutile posso dire che tutti quelli che ne hanno scritto forse non conoscono bene Conte, uno che non ti regala nulla. E poi, cosa avrebbe dovuto fare Thiago Motta? Rifiutarle la maglia numero 10? Ho letto il fior fior del giornalismo sportivo, penne che stimo, lasciarsi andare a considerazioni che mi hanno davvero sorpreso. Quella maglia non è un simbolo, ma un semplice numero. Come ha reagito lui? Certo non gli ha fatto piacere”. Thiago Motta tuttavia è già andato oltre e pensa solo a fare bene all’Europeo: “Per lui non sarà una vetrina perché il suo futuro è al Psg, dove vista anche la partenza di Ibra, resta uno dei leader dello spogliatoio. Richieste? Ne ha ogni anno, la scorsa stagione Simeone avrebbe fatto carte false per portarlo all’Atletico di Madrid”.

 

Qualche consiglio per gli acquisti da parte di Dario Canovi

 

Euro 2016 e la Copa America sono vetrine interessanti, Canovi ha qualche consiglio per le squadre italiane: “C’è un giocatore in particolare che mi piace, si tratta di Kadlec, difensore della Repubblica Ceca. Un altro è Lucas Andersen, talento danese di proprietà dell’Ajax, che purtroppo non sarà agli Europei ma che sta facendo molto bene”. Che mercato sarà quello italiano? Canovi ha una curiosità: “Aspetto di vedere l’ingresso dei cinesi in Inter e Milan, porteranno liquidità e capitali per gli investimenti. Il modello tuttavia resta la Juve, che fa il mercato più intelligente, puntando sui giovani di prospettiva e puntellando la squadra con uomini di esperienza. Poi ci sono Roma e Napoli, a cui manca poco per rendere il nostro campionato ancora più avvincente. La Roma sono convinto che non venderà i suoi big, come ha promesso il presidente Pallotta. Il Napoli invece dovrà scovare un altro top player senza svenarsi, come ha fatto già con Higuain”.