Alessio Santosuosso

La settima edizione del World Football Forum si è conclusa presso l’Helong Sports Center con l’incontro tra i tifosi cinesi e cinque leggende del calcio internazionale degli ultimi venti anni. Il portiere David James, il nostro Gianluca Zambrotta in difesa, i centrocampisti Robert Pires, Gilberto Silva e Gaizka Mendieta e il reinventato attaccante Roberto Carlos (bisogna ricordare però che la sua fenomenale carriera iniziò in Brasile nei primi anni Novanta proprio in quel ruolo!) sfidano una formazione composta da ex giocatori della nazionale di calcio cinese. La vittoria dei campioni era tanto immaginabile quanto irrilevante ancora prima che le squadre uscissero dagli spogliatoi. Al termine della breve e intensa partita c’è il tempo per le foto di rito con i giovani tifosi, che, in pieno stile cinese, sommergono i calciatori di entrambe le formazioni.  

Contemporaneamente, presso il Changsha International Convention and Exhibition Center, i banchetti di Argen Sports Group, Cardiff City Football Club, Newell’s Old Boys FC e dell’Università dello sport di Aberdeen, hanno accolto i genitori cinesi spiegando come anche lo sport del calcio possa garantire ai loro figli un futuro dignitoso. Abbiamo potuto notare come la passione della nuova generazione cinese per il bel calcio straniero sia molto forte. Grazie alla full immersion di questi giorni, però, la Cina è riuscita pienamente a convincere i rappresentanti del calcio europeo dei solidi presupposti affinché il processo di riforma iniziato nel marzo del 2015 possa continuare e concludersi  con la creazione del bel calcio locale.