Massimo Piscedda

Team Manager nel calcio: di cosa si occupa?

Non è un ruolo riconosciuto ma è certificato, nel senso che ogni squadra professionista uno ne deve avere.

Poi chi sia, questo diventa un altro discorso. Lo può fare chiunque, dall’amico del figlio del presidente, dal segretario o da un ex grande o piccolo calciatore. A mio avviso è un ruolo importante, alcune società, a parte le amicizie, piazzano in quel ruolo uomini di buona caratura. Alcuni sono poliglotti, altri buoni organizzatori, ancora altri persone che riescono a legare il rapporto squadra-società-allenatore.

Quindi c’è n’é per tutti i gusti, e pian piano diventerà anche un ruolo dove un corso sarà necessario. Per il momento rimane solo il primo gradino per poter approdare a diventare Direttore Sportivo.

Credo che alcuni calciatori appena finita la loro carriera possano ricoprire questo ruolo, che nei primi periodi può considerarsi solo istituzionale perché il soggetto è ancora nei ricordi dei tifosi. Ma poi, al di là della scorciatoia del direttore sportivo, può rappresentare un lavoro/ruolo importante per se stessi in funzione della società.