Massimo Piscedda

Milan e Juventus si ritrovano alla terza sfida in questa stagione. Allegri quest’anno ne ha perse due su tre ma la probabilità che possa ancora steccare, a mio avviso sono molto ridotte. Il Milan con il suo 4-3-3 con esterni a piede invertito può mettere a disagio i Campioni d’Italia. Se invece i rossoneri dovessero disporsi con un 3-5-2 trasmetteranno alla Juve una sensazione di insicurezza. sarà questa la chiave tattica della gara.

Rischio calcolato? Vedremo, certo è che se la linea difensiva dovesse diventare a quattro, tutto sarebbe più logico a livello tattico. Ma parliamo di teoria e quella non dà sicurezza di vittoria. Come spesso capita, sono sempre i calciatori che poi fanno saltare il banco degli schemi e a questo non c’è allenatore al mondo che possa prevedere le prestazioni dei suoi e nello stesso prevenire quelle degli avversi. La qualità è assicurata, lo spettacolo lo diremo a fine gara. Montella per il momento rimane l’allenatore con cui Allegri ha avuto più difficoltà, calciatori permettendo.