Massimo Piscedda

Risveglio choc a Pescara. L’ultimo posto in classifica della squadra di Oddo e la mancanza di vittorie, tranne quella a tavolino con il Sassuolo, hanno provocato un brutto episodio di cronaca: nella notte, infatti, sono state incendiate due auto del presidente Daniele Sebastiani. E’ accaduto alle 3.30 nel cortile della sua abitazione, lungo la Riviera Nord, dove erano parcheggiate le vetture. A dare l’allarme è stato lo stesso dirigente biancazzurro quando le fiamme erano già alte. Il rogo è stato poi domato dai vigili del fuoco. Non ci sarebbero dubbi sull’azione dolosa di ignoti, dopo che negli ultimi giorni dalle parti dell’Adriatico erano apparse scritte offensive nei confronti del presidente biancazzurro. Il quale ha dichiarato che a fine stagione potrebbe lasciare il il club. Ma per il momento cosa deve fare Oddo per porre fine, almeno sul campo, a questa situazione?

presidente pescara sebastiani

Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani

Crisi Pescara, cause e rimedi

L’ossessione per la prima vittoria ha fatto precipitare il Pescara ad una passo dalla retrocessione. Il cammino della squadra abruzzese sta diventando un’agonia sportiva sia per la società sia per i tifosi. Mai una partita vinta e questo la dice tutta su una squadra che probabilmente in B era protagonista e in A lo è ancora di più ma nel senso opposto. Oddo ha cercato di portare qualcosa ma inevitabilmente si è scontrato con quello che è la categoria e forse anche con una piccola superficialità nel pensare che in serie A è la stessa cosa. Il Pescara ha avuto anche sfortuna in certe occasioni, ma se analizziamo le 17 sconfitte ed i 50 goal incassati ci accorgiamo che la qualità dei giocatori doveva essere valutata prima e il tecnico messo in condizione di attuare forse delle strategie più a difendere che a focalizzare il gioco su uno sterile possesso palla. I goal incassati la dicono tutta: troppi errori di concentrazione o troppe idee per alcuni calciatori che farebbero meglio in un altro tipo di gioco? Questo lo sapremo solo a fine campionato e probabilmente da quello che la società Pescara deciderà di fare. Nel frattempo auguriamo la prima vittoria (sul campo), e le prossime 15 gare nel segno della sportività, impegno e professionalità.