Maurizio Compagnoni

Il mercato del Milan sta stupendo tutti. Anche gli stessi tifosi che non speravano in tanta grazia e che ora si dilettano nel toto centravanti. Fassone e Mirabelli hanno stravolto la squadra, cambiato radicalmente le prospettive. Quello in costruzione è un Milan da primi quattro posti ma, se indovina l’acquisto del centravanti, potrebbe diventare competitivo per il titolo. Attenzione, competitivo e non favorito. Ruolo al momento di competenza della Juve in primis e poi del Napoli, in attesa che la Roma arrivi a Mahrez. Tornando al mercato del Milan, il paragone con le ultime stagioni fa sorridere il popolo rossonero. Da improbabili (e pure costosi a livello di ingaggio) parametri zero, il Milan è passato a strappare autentici leader (Bonucci) alla concorrenza o ad acquistare talenti emergenti come André Silva, che avrebbe incantato tutti nei primi allenamenti.                        

È evidente che per bruciare le tappe e poter realmente concorrere per il titolo il Milan non può sbagliare nulla. Ogni rinforzo, oltre che di alto livello, deve essere funzionale a un progetto tattico. La sensazione è che Montella volesse proseguire nel solco tattico già tracciato e affidarsi al 4-3-3. Poi l’arrivo di Bonucci gli ha messo dei (legittimi) dubbi. Con Musacchio e Romagnoli sarebbe un’eccellente difesa a tre. Ecco che il 3-5-2 a Montella fin troppo caro a Catania e Firenze potrebbe diventare il sistema di riferimento. Un nuovo assetto tattico che rischierebbe di mettere ai margini del progetto Suso, a meno di non reinventarlo seconda punta con evidenti incognite. E se il 3-5-2 dovesse prevalere sul 4-3-3 chissà che Kalinic, forse il preferito di Montella, possa garantire lo stesso rendimento. Tuttavia, una coppia Kalinic-Andre Silva, per quanto poco glamour, non sarebbe male.

In questo momento il Milan sembra fortissimo in difesa e ulteriormente migliorabile negli altri due reparti. Credo che l’attacco potrebbe considerarsi completo con l’arrivo di Kalinic. A centrocampo un rinforzo in più non guasterebbe. Non a caso la società ha puntato Renato Sanches. Prenderlo, per il Milan sarebbe un ottimo colpo. L’ennesimo di un mercato sbalorditivo.