Massimo Piscedda

Higuain è entrato nel secondo tempo contro la Fiorentina, ed ha già segnato un goal. Un goal che vale tre punti come gli capitò spesso lo scorso anno. La Juve non ha bisogno di Gonzalo per vincere il campionato, ma diventa fondamentale per tentare la scalata all’Europa dove i concorrenti ancora sembrano proibitivi. Difficilmente ripeterà i 36 goal dello scorso anno in cui aveva una squadra che giocava per lui e per farlo finalizzare. Alla Juve cambierà modo di giocare, sul fronte d’attacco non sarà più solo, e questo vedremo se lo stimolerà come successo in Coppa America.

E’ un grande attaccante sotto tutti punti di vista e la Juve è sicuramente l’ultimo grande traguardo della sua carriera europea, considerando che la iniziò nel grande Real Madrid di Capello. La Juve ne aveva bisogno proprio per presentarsi in Europa rinforzata per l’altissimo livello che serve in quella competizione soprattutto a partire dagli ottavi di finale. Higuain è l’uomo giusto, segna tantissimo, non ha mai avuti problemi fisici e vive per il goal non disdegnando grande sacrificio per la squadra. A differenza di Napoli a Torino ha grandi concorrenti e quindi credo che le sue partite più impegnative saranno quelle di Champions. E’ un acquisto giusto e tecnicamente perfetto per una squadra che vuole essere protagonista a livello mondiale. Avere un attaccante di quella portata con la difesa più forte del mondo (al momento) significa essere consapevole che il traguardo può essere possibile, anche dal fatto che le grandi inizieranno a rispettarti e speriamo a temerti. Auguri a Higuain per riuscire ad essere protagonista anche in Europa dove la bellezza dei goal è che valgono sempre doppio.