Marco Piccari

Tre è il numero perfetto , tre sono i gol che la Lazio ha realizzato contro il Torino nell’ultima di campionato e tre sono gli attaccanti che stanno facendo volare la squadra di Inzaghi. Quarto posto in classifica, 56 punti (-4 dal terzo posto ), 50 gol fatti in campionato, 17 vittorie e ben 9 di queste sono arrivate con il tridente delle meraviglie: Keita, Immobile e Anderson. Il numero tre torna ancora. Un trio delle meraviglie che impressiona per tecnica, rapidità e potenza. Il tecnico della Lazio in questo campionato ha fatto indossare alla squadra due vestiti tattici il 4-3-3 e il 3-5-2. Ma quando a sfilare sono stati quei tre le vittorie non sono mancate.

Con il tridente in campo la Lazio vola

Dei 17 successi ben 9, come dicevamo in apertura, sono arrivati con Keita, Immobile e Anderson in campo dal primo minuto. In queste partite il tridente ha realizzato 14 reti ( 7 Immobile, 5 Keita, 2 Anderson), 9 Assist ( Anderson-Immobile 4, Keita 1) e solo in una partita non hanno inciso Palermo -Lazio 0-1 con gol di Milinkovic. I fantastici tre si sono visti in corsa in 5 match realizzando 10 gol (Immobile 5, Anderson 3, Keita 2) 4 assist ( 2 Anderson e Keita). Dei tre il più subentrato è stato Keita, che comunque ha fatto sentire il suo peso con 2 gol e 2 assist. La Lazio solo in tre partite ha giocato senza il tridente centrando comunque 3 vittorie delle 17 complessive,  con Immobile a segno per 3 volte. Dando uno sguardo al modulo ci si rende conto che il vestito tattico dominante è il 4-3-3. Nelle 9 vittorie con il tridente dal primo minuto la Lazio ha giocato per ben 7 volte con il 4-3-3, mentre nei 5 successi dove il trio si è formato in corsa lo stesso modulo  è stato utilizzato per 4 volte. I numeri evidenziano un tridente pesante. Un trio che può ancora far sognare un posto in Champions League.