Francesco Cavallini

Novità da Cardiff. Che non sono aggiornamenti sul meteo in città o sul prezzo iperbolico delle stanze di albergo, ma le decisioni prese dal Comitato Esecutivo dell’UEFA, riunito in Galles nell’attesa della finale di Champions. Tra le sperimentazioni proposte, che verranno messe alla prova in alcune competizioni UEFA (tra cui gli Europei Under 21, che si terranno in Polonia nella seconda metà di giugno) ci sono la possibilità della quarta sostituzione in caso di tempi supplementari e l’ordine alternato per i calci di rigore, che verrà testato durante gli Europei Under 19.

Il Cacciatore torna a casa. Dopo una carriera trascorsa in giro per l’Europa con risultati altalenanti (delusione a Madrid e a Milano, successo strepitoso allo Schalke 04), Klaas-Jan Huntelaar torna in Olanda. Più precisamente all’Ajax, squadra in cui l’attaccante classe 1983 è definitivamente esploso, realizzando ben 105 reti in 136 partite nei tre anni di militanza tra 2006 e 2009. L’Ajax è il mio club, non è un segreto, sono incredibilmente contento di tornare qui, queste le dichiarazioni dopo la firma del contratto. Di certo un brutto colpo per il PSV, che lo ha cresciuto ma che non ha creduto abbastanza in lui, cedendolo ai rivali di sempre per nove milioni. La caccia è riaperta, e nel mirino c’è anche il club di Eindhoven…

Va a Fabio Fognini il derby tricolore contro Andreas Seppi sulla terra rossa del Roland Garros. Match praticamente senza storia, il ligure ha portato a casa i tre set per 6-4, 7-5, 6-3 sfruttando la pessima condizione fisica dell’altoatesino. Più una sconfitta di Seppi che una vittoria di Fognini, che ad un certo punto del match si è adagiato sul gioco pieno di errori dell’avversario e non ha mostrato certo il suo miglior tennis. Conoscendolo, avrà preservato tutte le sue armi (e la sua verve polemica) per il terzo turno, che come da previsioni gli regala lo scontro con Stan Wawrinka. E chissà che il Fogna-papà non tiri fuori una partita delle sue. Sarebbe una delle più belle favole da raccontare al piccolo Federico!

Che fine ha fatto André Villas-Boas, ex tecnico prodigio del calcio europeo? Cominciavamo a chiedercelo anche noi, prima di ricordarci che il portoghese è attualmente l’allenatore dello Shanghai SIPG, il ricchissimo club cinese che può schierare nel suo undici titolare nomi altisonanti come Hulk, Oscar e Ricardo Carvalho. La squadra va alla grande ed è seconda nella Chinese Super League dietro il sempreverde Guangzhou dell’altrettanto sempreverde Felipao Scolari. Ma (come da tradizione) è nelle coppe che AVB dà il meglio di sé. I suoi ragazzi si sono appena qualificati per i quarti di finale della Champions League asiatica, battendo nel doppio confronto lo Jiangsu Suning. Sì, proprio QUEL Suning. Chissà come l’avrà presa Walter Sabatini, che nel 2011 è stato vicino a ingaggiare il portoghese dopo l’addio a Roma di Luis Enrique!

Pascal Wehrlein, che aveva già saltato le prime due gare del Mondiale di Formula 1 a causa di un incidente (venendo tra l’altro sostituito sulla Sauber dal nostro Antonio Giovinazzi), ha ricevuto l’ok dai medici per prendere il via al GP del Canada, che si terrà tra due domeniche sul circuito di Montreal. Un bel sospiro di sollievo per il tedesco, vittima a Montecarlo di un incidente magari non pericolosissimo, ma certamente fastidioso, che lo ha costretto ad attendere nell’abitacolo della sua vettura, sdraiata di fianco addosso al guard-rail, l’arrivo dei soccorsi. Nessun problema quindi per il ventiduenne, che sarà al suo posto nel prossimo appuntamento della rassegna iridata. Altrimenti, viste le assenze, la bocciatura cominciava a diventare quasi inevitabile.