Francesco Cavallini

Nel cielo di Almaty brilla una sola stella, quella di Kasper Dolberg, che nel 3-1 esterno della Danimarca contro il Kazakhstan realizza la rete della sicurezza degli scandinavi. Per il giovane attaccante, già pezzo pregiato dell’Ajax finalista dell’Europa League, si tratta del primo gol con la maglia della nazionale. Saranno felici  i lancieri e il suo procuratore, che di certo vedranno schizzare ancora di più verso l’alto il prezzo del cartellino del ragazzo, già conteso dalle big di tutto il continente.

Tutto all’ultimo minuto per le nazionali britanniche. L’Irlanda del Nord ha espugnato il campo dell’Azerbaigian grazie ad una rete di Dallas in pieno recupero. E sempre durante l’injury time Kane salva l’Inghilterra da una sconfitta contro i cugini scozzesi. I Tre Leoni erano andati in vantaggio a Glasgow con Oxlade-Chamberlain, ma gli Highlanders hanno ribaltato il match in tre minuti, grazie a due reti di Griffiths. La doppietta del calciatore del Celtic non basta, perchè il capocannoniere della Premier League ha evitato a Southgate una sconfitta pesante.

Non vincerà il Pallone d’Oro neanche quest’anno, ma di certo il premio per il cuore d’oro va a Toni Kroos. Il centrocampista del Real Madrid ha messo all’asta la maglia indossata durante la finale di Cardiff, raccogliendo ben 640.000 € per la sua fondazione che aiuta i bambini malati. All’evento di beneficienza, che si è tenuto a Colonia, città natale di Kroos, erano presente anche Jupp Heynckes, suo ex allenatore ai tempi del Bayern, e Lucas Podolski, cresciuto calcisticamente nella squadra della Renania.

La cura O’Shea continua a non dare frutti, l’Italia del rugby non ingrana e viene sconfitta per 34-13 dalla Scozia. Per gli azzurri una punizione e due trasformazioni, oltre a un buon primo tempo, sporcato però da due mete scozzesi negli ultimi due minuti di gioco per il 15-3 con cui si è andati all’intervallo. Nella ripresa la Scozia dilaga fino al 27-3, poi gli azzurri accorciano, ma non abbastanza. Gli azzurri cercheranno di rifarsi contro Fiji e Australia, che nel frattempo si sono affrontate, con i Wallabies che si sono imposti per 37-14.

L’UEFA rimanda il Paris Saint-Germain per il fair play finanziario e per tutta risposta la società francese prepara un mercato principesco. Anzi, da sceicchi. Al neo direttore sportivo è stato presentato un budget di 220 milioni per la campagna acquisti estiva. Mentre pare quasi fatta per Aubameyang,i parigini cominciano a guardare all’Italia. Nel mirino due stelle delle squadre milanesi, Ivan Perisic, che sarà il sacrificato eccellente dell’Inter per rientrare del deficit del bilancio, e Gigio Donnarumma, il cui futuro al Milan è sempre più in dubbio dopo le ultime schermaglie sul rinnovo.