Francesco Cavallini

Florentino Perez è stato rieletto (e non poteva essere altrimenti) alla presidenza del Real per la terza volta consecutiva. Non poteva essere altrimenti sia per i trionfi degli ultimi anni, sia perchè, come già accaduto nel 2013, nessuno ha scelto di sfidare il vulcanico settantenne per lo scranno più importante della Casa Blanca. Ora gli onori, poi ci saranno gli oneri per Perez, a cui spetterà trovare una soluzione alla grana Ronaldo, che sta tenendo in sospeso i cuori di tutti i sostenitori delle merengues e che, dichiarazioni di facciata a parte, pare ancora lungi dall’essersi chiarita.

E anche Modric, come CR7, è nei guai con la legge. Il centrocampista croato rischia di essere incriminato nel suo paese per falsa testimonianza, rilasciata durante il processo per frode fiscale ai danni del suo ex allenatore Zdravko Mamic. Il tecnico è accusato di aver accettato mazzette e di aver intascato laute percentuali sulla vendita dei calciatori della Dinamo Zagabria, nelle cui fila militava il giovane Modric prima del trasferimento al Tottenham. L’accusa fa proprio riferimento a una clausola del contratto del calciatore, che avrebbe permesso alle parti di intascare una lauta percentuale del costo del suo cartellino, che Modric ha dichiarato di aver firmato nel 2004, ma che sarebbe databile a un momento successivo al suo trasferimento in Inghilterra.

La FIA ha annunciato il calendario della stagione 2018 del Campionato Mondiale di Formula 1. Ritorna dopo dieci anni esatti il Gran Premio di Francia. Non più nello storico circuito di Magny Cours, che ne ha ospitato le ultime 18 edizioni, ma nell’altrettanto leggendario Circuito Paul Ricard di Le Castellet, la pista dove la gara transalpina si teneva negli anni Settanta. Altro reinserimento di valore quello di Hockenheim, che torna a fregiarsi del Gran Premio di Germania dopo un anno di stop. Ancora non certi di entrare in calendario i GP di Singapore e di Cina, come al solito si inizia in Australia e si chiuderà a Abu Dhabi.

Il Benfica acquista un giovane calciatore ed una tifosa d’eccezione in più. Il club portoghese avrebbe infatti offerto un posto nelle sue giovanili al piccolo David Banda, undici anni, originario dello stato africano del Malawi. Fin qui tutto nella norma, se non fosse che il bambino è il figlio adottivo di Louise Veronica Ciccone, per tutti Madonna. La cantante, che ha deciso di dedicarsi in tutto e per tutto alla famiglia, ha deciso che seguirà il cammino sportivo di David e i tabloid si stanno già scatenando per capire in quale zona di Lisbona troverà la sua residenza la popstar.

John McEnroe non perde occasione di far parlare di sè e stavolta decide di prendersela con Andy Murray, reo, secondo Johnny Mac, di occupare abusivamente la posizione numero uno del ranking mondiale. Secondo il tre volte vincitore di Wimbledon, Murray è nella top 4 dei tennisti della sua generazione, ma resta comunque molto indietro rispetto al trio formato da Federer, Nadal e Djokovic. Il commento piccato dello scozzese non si è fatto attendere. “Se sono primo in classifica, si vede che quest’anno ho vinto più di loro“. Mac batte, per Murray risposta vincente. Gioco, partita, incontro.