Redazione

Il flanker Maxime Mata Mbanda e l’ala Giovanbattista Venditti sconsolati, ai microfoni della stampa, cercano di spiegare il pesantissimo ko degli azzurri del rugby nella seconda giornata del 6 Nazioni 2017.

«Non mi perdono certi atteggiamenti sui placcaggi – le parole di Mbanda – è un ulteriore bagno di umiltà che mi serve per crescere dentro e fuori dal campo. Nella prima parte del primo tempo abbiamo dimostrato la nostra aggressività, ma dobbiamo mantenerla per tutta la partita. Una partita di rugby dura 80 minuti, non possiamo difendere soltanto per 20-30-40 minuti».

«A questo livello la differenza la fanno i dettagli – spiega Venditti – dobbiamo essere più esigenti con noi stessi. Non soltanto negli 80 minuti in campo, ma anche in allenamento. Non possiamo mai abbassare l’attenzione, dobbiamo essere concentrati al cento per cento senza mai distrarci».