Redazione

Luciano Spalletti soddisfatto ieri sera dopo il successo per 4-1 della sua Roma contro il Viktoria Plzen, che vale la qualificazione ai sedicesimi di finale dell’Europa League. L’allenatore giallorosso però vuole sempre di più e stimola i suoi ragazzi. «Anche questa sera ci siamo detti che bisogna sudarsela sempre la partita. Se si sbaglia qualcosa e si concedono due palloni si possono prendere due gol. Si è visto quello che succede: fare punti diventa possibile, guardate in Champions. Il confronto europeo è molto duro: ti costringe a fare la prestazione per vincere. Il fatto che stasera la squadra abbia disputato una buona gara è un merito che le va dato. Hanno fatto bene, poi vedremo. Bisogna solo giocare bene».

«Il fatto che la Roma abbia fatto tanti gol è segno che ci sono delle spiccate qualità, poi si prova ad allenarla questa qualità. Poi però se il giocatore non ce l’ha nel Dna si rischia di agitarlo a forza di rimarcarglielo. Nell’ultima occasione se Salah ci mette il piede la palla va sempre dentro, come ha fatto Dzeko nel terzo gol. Queste sono qualità. Salah ha fatto tanti gol. Si deve abituare anche a giocare sull’altra fascia. A volte ce lo metterò. È nel momento che sei convinto delle tue qualità che si riescono a fare le cose geniali».